il mondo è tuo, lorenzo

Sebastiano Mondadori, Gli amici che non ho

Codice edizioni 2014, pag 270, € 14,90
narrativa
mondadori gli amici che non ho.jpg

Non si può negare che Sebastiano Mondadori sappia scrivere bene, e Gli amici che non ho, terzo romanzo di quello che lui definisce l’esilio lucchese, ne è una ennesima prova. Chiaramente ispirato a Il lamento di Portney, di Philip Roth, ha un protagonista, Giuliano Sconforti, che non riesce a tirarsi fuori dalla sua condizione, neppure con l’aiuto dell’analista: è un fallito su tutti i fronti. Fallito anche come comico che traduceva miseramente sulla scena le sue storie, strappando la risata con un mix di sadico e grottesco, senza rispetto per le persone.  leggi tutto »

Marisa Cecchetti

 

BLOG


Leonardo Agostinelli

di Leonardo Agostinelli

Il ponte di Mammiano

Come già detto e spiegato nei precedenti capitoli, fino all’età di 12 anni i miei agosto li ho trascorsi sulla montagna pistoiese, esattamente a Mammiano, piccola frazione di San Marcello Pistoiese,  leggi tutto »

Giovanni A. Cecconi

di Giovanni A. Cecconi

L'ultima poco credibile fatica di F. Ozon (“Una nuova amica”, Francia 2014)

Ozon aveva voglia di mettere in scena il tema del travestitismo: forse si sarà divertito, chissà, ma il suo film risulta povero di motivi, spesso ridicolo nei modi, privo di rigore narrativo. Laura, sposata con David (Romain Duris), muore. La sua migliore amica, Claire (Anais Demoustier), tiene in chiesa un'orazione funebre sentitissima, rievoca l'infanzia in comune (flashback, con tanto di richiamo al patto di sangue suggellato e incisioni di cuori e di nomi su un tronco boschivo), commuove tutti i presenti.  leggi tutto »

Alessandro Cucchi

di Alessandro Cucchi

C O D E X

Camminando per strada alterato noto attorno a me gente sempre più artefatta. Rarefatta in gesti minimi. Solitari con schermi al platino, touch. Se non stanno attenti non vedono il platano davanti a loro.
-Ho sentito dire di un apocalittico evento del nostro prossimo futuro, infrangeremo tutti il muro della follia collettiva, come gli aerei ruppero il muro del suono (Planes della Disney, la Disney è il male).
Con l'avvento della follia, nessuno si renderà conto degli schemi saltati. Tutti presi a giocare a fruit-ninja.  leggi tutto »

Maria Chiara Valacchi

di Maria Chiara Valacchi

#13 Alexis Marguerite Teplin

Alexis Marguerite Teplin (California, 1976) si laurea nel 1998 alla UCLA, Los Angeles, in Fine Art e completa il suo ciclo di studi in Italia all’Accademia di Belle Arti di Bologna rimanendo per sempre coinvolta dalla pittura italiana antica e contemporanea. Il suo lavoro di forte impianto Neo-Impressionista attua un processo di rappresentazione di pittura «estesa», non limitandosi ai confini della tela ma invadendo lo spazio circostante con oggetti o manifestazioni performative.  leggi tutto »

 

novembre 1992

a cura di Marcello Cella e Elena Pinori