Italic Category

Posted On aprile 29, 2017By Antonio PileggiIn Italic

Papa Francesco come Celestino V?

Un altro gesto apparentemente marginale, tuttavia ancora una volta spiazzante, di Papa Francesco. Ha ordinato di aprire le lavanderie vaticane ai poveri.  Così come aveva ordinato le docce per i senza tetto o come ha tuonato contro la Chiesa troppo incline ai beni terreni.  Se è vero –come ha scritto Emmanuel Carrere- che la peculiarità della Chiesa cattolica sta proprio nel cercare di tornare alle radici, al “rivoluzionario” o “folle” messaggio delle prediche e delle azioni di Gesù, negli anni di peregrinazioni in Galilea, è altrettanto vero che Papa FrancescoRead More

Posted On aprile 17, 2017By Antonio PileggiIn Italic

Gioventù “bruciata” (?)

Da padre di un adolescente e di una ragazza che ne è appena uscita ho assistito ed assisto al cupio dissolvi di quegli strumenti di democrazia interna che, ormai nel secolo scorso, credemmo avrebbero consentito la partecipazione alla vita scolastica, migliorandola. Un po’ perchè sarebbero serviti ad una scuola più attenta ai bisogni (direi alle domande) delle famiglie e degli studenti, un po’ perchè immaginavamo che eleggere i propri rappresentanti di classe o di istituto, confrontarsi negli organismi eletti, avrebbe educato alla partecipazione ed alla democrazia. Perciò non posso nonRead More

Posted On aprile 2, 2017By Antonio PileggiIn Italic

Noi siamo impastati anche di “male”

Nelle ultime settimane  si sono accumulati alcuni fatti di violenza che ci hanno lasciato più costernati che mai. Un gruppo di bulli ha massacrato un quindicenne coetaneo, un altro gruppo ha ucciso un giovane operaio  a sprangate ; altre due donne massacrate da presunti “amanti”; due bambini sono stati uccisi a martellate dal padre;  a Palermo un emarginato ha bruciato per gelosia un barbone che dormiva sotto il portico di un convento.  Mi ha colpito, a proposito di quest’ultimo episodio citato, un’intervista di Don Ciotti (prete impegnato da anni sullaRead More
Mentre scrivo questo post,  sono da poco concluse le manifestazione di protesta contro le scritte che, a Locri, in Calabria (terra di ‘ndrangheta), hanno sbeffeggiato Don Ciotti, in prima fila nella lotta contro le mafie, definendolo sbirro (come fosse chissà quale colpa) e chiedendo meno sbirri e più lavoro. Giusto, giustissimo manifestare, però francamente andrei oltre l’indignazione e guarderei bene dentro quelle scritte, perchè -se le leggiamo con attenzione- traspare in filigrana, ma neanche troppo, un chiaro postulato, cioè che, in quelle terre, è possibile lavorare, quindi sopravvivere, soltanto seRead More
Siccome sono garantista da sempre, e lo sono stato prima di tutto con chi non la pensa come me, credo di poter fare alcune coerenti riflessioni sulla vicenda giudiziaria che riguarda Consip, la più grande stazione di appalti pubblici del paese. Do per scontato che i lettori di questo blog sappiano abbastanza di quanto accaduto, per cui da lì voglio partire per alcune considerazioni di carattere generale.  Come si ripete da tempo –ma di solito ci si “scandalizza” e seconda delle vittime- in quella vicenda si è attivato il solitoRead More
Nei giorni scorsi ho polemizzato, su Fb, contro quei Vescovi e la confusa Ministra della Sanità, Lorenzin, che hanno attaccato la sacrosanta scelta della Regione Lazio di assumere due medici che garantiscano le interruzioni di gravidanza all’Ospedale pubblico San Camillo, un diritto che è sancito da una legge dello Stato e confermato da un referendum popolare. Un ex democristiano, dopo aver definito quella scelta “concorso in omicidio”, ha definito il sottoscritto laico intollerante (sigh!) per gli argomenti che ho speso a difesa della laicità dello Stato contro le interferenze diRead More

Posted On febbraio 16, 2017By Antonio PileggiIn Italic

La morte giovane

Pochi giorni fa, un giovane sedicenne si è ucciso, gettandosi dal terrazzo di casa, quando si sono presentati alcuni finanzieri -su richiesta della madre disperata e “disarmata”  di fronte ad un figlio a suo dire perso dietro la droga- per verificare se nascondesse niente meno che qualche grammo di hashish. Anche se sono un (tormentato) sostenitore della liberalizzazione (quindi oltre la legalizzazione) delle droghe leggere, mi limito ad usare quel drammatico evento come pretesto per ri-parlare della difficile condizione dell’essere giovani, tanto più in questo tempo. Nel commentare drammi diRead More

Posted On febbraio 1, 2017By Antonio PileggiIn Italic

Il rischio populista dell’antipopulismo.

In queste ore stiamo assistendo al dispiegarsi operativo ed inquietante del populismo di governo del Presidente degli USA, Donald Trump; il cui provvedimento ad oggi più preoccupante consiste nell’ordine esecutivo che impedisce lo sbarco in quel paese di cittadini provenienti da un gruppo di paesi musulmani (e non mi soffermo sulle motivazioni per cui se ne sono scelti solo alcuni). Le democrazie d’Europa stanno prendendo le distanze da quelle scelte, anche nel timore della saldatura con il populismo autoritario di Putin in Russia. Soprattutto temendo che quel “progetto” di governoRead More

Posted On gennaio 22, 2017By Antonio PileggiIn Italic

Contro il femminicidio “schiaffoni” giudiziari

Giorni fa, ho pubblicato su Faceboof un post nel quale invocavo, per il femminicidio, condanne senza possibilità di sconti di pena. Durezza, insomma. Durezza senza attenuanti. Come pure mi aspettavo non sono mancati commenti, specialmente di amici uomini, che mi hanno contestato di avere fatto una surrettizia differenza fra uccidere una donna ed uccidere un uomo. Insomma, l’omicidio è omicidio, al di là di genere, religione, razza o colore della pelle. Apparentemente è un’osservazione che non fa una piega. Ma solo apparentemente. Intanto  il mio post è partito da treRead More
E poi c’è la televisione che non  è fatta di spettacoli sbiaditi, chiacchiericcio vuoto o pseudo-dibattiti ormai tanto insopportabili quanto vacui e scontati. Proprio poche sere fa, di quella televisione ne è tornato un pezzo pregiato. Sono i nuovi episodi della serie, trasmessa da Sky, dal titolo “Transparent”, con al centro della trama, ancora una volta, l’accettazione e la transizione sessuale della protagonista, poco più che sessantenne, appena passata dal genere maschile a quello femminile. E’ un delicato e misurato racconto sulla diversità. E’ la storia dell’anziana Maura Pfefferman, giàRead More