Words Category

Posted On maggio 30, 2016By Marco GiaconiIn Words

Brogli austriaci e storia italiana

Le elezioni democratiche e la matematica, come accade spesso tra quest’ultima e le gentilissime signore, non vanno molto d’accordo. In Italia, alla metà degli anni ’80 (era il Governo Goria) fu per la prima volta difficilissimo se non impossibile raggiungere, per il Partito Liberale Italiano, il “voto di lista” nel collegio di Torino II, dove di solito i seguaci di Benedetto Croce e di Malagodi andavano lisci come l’olio. La generica paura di allora dei borghesi e il richiamo di Indro Montanelli per sostenere la DC contro il PCI “turandosiRead More

Posted On maggio 24, 2016By Marco GiaconiIn Words

La povertà italiana

Gli italiani oggi  sono davvero  poveri e non c’è bisogno dell’ISTAT con il suo nuovo rapporto 2016 per accorgersene. Basta guardarsi intorno. Cosa è successo?  Semplice. Abbiamo perso anche la Terza Guerra Mondiale. Uno scontro per le risorse, per i nuovi mercati,  le tecnologie e gli investimenti migliori. Noi siamo arrivarti tardi e male, gli altri avevano preso tutto prima, e ci hanno messo anche molti bastoni tra le ruote. Un conflitto  dove si sono sparati pochissimi colpi di mortaio ma moltissime azioni di beggar thy neighbour (“affama il tuo vicino”) e shock asimmetrici aiRead More

Posted On maggio 23, 2016By Rassegna ItalianaIn Words

Sabino Cassese: nessun pericolo per la Costituzione

La giornalista Federica Fantozzi intervista, su L’Unità di oggi, Sabino Cassese, ex membro della Corte Costituzionale e professore emerito alla Scuola Normale Superiore. Professor Sabino Cassese, in un recente convegno Giuliano Amato ha definito un fatto positivo il solo riformare la Costituzione, dopo decenni. Condivide questa premessa? «La Costituzione italiana è stata riformata 15 volte, quella tedesca, che ha una data di nascita simile, 58 volte. Meuccio Ruini, il presidente della Commissione dei 75 che scrisse la Costituzione, poi approvata dall’intera Assemblea costituente, nel discorso finale, prima dell’approvazione, dichiarò piùRead More

Posted On maggio 19, 2016By Giovanni A. CecconiIn Words

Marco Pannella, il politico di ogni alterità possibile

Pannella se ne è andato. Non è stato mai nominato senatore a vita. Non so se avrebbe accettato la nomina. Ma la politica italiana, che in queste ore lo piange, non ha avuto il coraggio di conferirgli il laticlavio. Non ha avuto i riconoscimenti che meritava, e di questo soffriva. Ha prevalso l’ostilità, o forse il timore, la diffidenza verso chi metteva a repentaglio tutti i conformismi, le certezze acquisite, e sottoponeva alla discussione pubblica lo scomodo, anzi l’impensabile. Di chi non sottostava ai giochi delle alleanze. Aveva il culto dellaRead More

Posted On maggio 17, 2016By Marco GiaconiIn Words

Il TTIP, l’Europa economica e gli USA

La leadership globale degli USA è palesemente in crisi, il mondo è sempre più multipolare, così come ha dimostrato oggi Mosca in Siria e prima in Crimea e in Ucraina; e la politica di Obama è stata allora quella di impostare come risposta due grandi trattati economici, che potessero replicare il vecchio prestigio che Washington si era  costruita all’inizio della fase unipolare, quella del Washington Consensus e della illusoria  riduzione della Russia post-comunista a potenza regionale. Ormai anche gli USA devono però agire a livello regionale, come gli altri competitors internazionali quindi, allora, bloccato il WTORead More

Posted On maggio 16, 2016By Rassegna ItalianaIn Words

Elezioni amministrative: lotta a tutto campo

Su La Repubblica: “Salvini: contro Giachetti meglio Raggi”, “Il leader della Lega sceglie nell’ipotesi di un ballottaggio a Roma tra 5 Stelle e centrosinistra. Oggi al Consiglio di Stato l’ultima chance per Fassina, già ai ferri corti con Sel: scambi d’accuse sul pasticcio delle firme irregolari”. Ancora su La Repubblica: “De Magistris tra due renziani e il Pd sparisce dai rioni operai”, “Il sindaco arancione cerca il bis in una città sempre più affamata di lavoro dove i clan tornano a sparare. La dem Valente aiutata dai verdiniani contende ilRead More

Posted On maggio 15, 2016By Bruno ManfellottoIn Words

Pizzarotti, Nogarin e 5 Stelle allo sbando

Torna utile, in momenti come questi, rifarsi alla saggezza del vecchio Pietro Nenni che. Già in anno non sospetti e non ancora attraversati da scorribande moralistiche e giudiziarie, avvertiva: “A fare troppo i puri si rischia di trovare uno più puro di te che ti epura”. Parole sante. Che forse Grillo, Casaleggio jr. e i ragazzi del movimento non conoscono. Peccato, perché a rifletterci su ne avrebbero tratto immensi benefici. Innanzitutto a proprio vantaggio. Accade dunque che ora tocchi anche ai 5 Stelle finire nei dossier della magistratura. I casiRead More

Posted On maggio 13, 2016By Rassegna ItalianaIn Words

Islam: sindaco a Londra, libri a Torino

  Il Corriere della Sera intervista Sadiq Khan, neosindaco laburista e di origine pakistana, di Londra: “Sono occidentale e musulmano, la prova vivente che la vera integrazione è possibile”, le priorità sono “integrazione, sicurezza, lotta all’inquinamento”, ma prima di tutto, almeno fino al referendum, l’Europa. Per questo Khan intende collaborare con il premier David Cameron:”Ci siamo già sentiti per coordinarci. Ci sentiremo ancora. Ci sono temi per i quali i partiti vanno messi da parte. I benefici culturali e sociali dell’Europa a Londra sono enormi, ma è per l’economia cheRead More

Posted On maggio 10, 2016By Rassegna ItalianaIn Words

Brexit mette a rischio UE. Sostegno alla Grecia

Su La Stampa, a pagina 2: “Cameron, guerra contro la Brexit: ‘Mette a rischio la pace in Europa’”, “Cresce il fronte euroscettico, il premier evoca lo spettro di un conflitto nel Continente. Johnson: quel che dice non è serio. Più di un italiano su due vorrebbe un voto sulla Ue”. A meno di un mese e mezzo dal referendum sulla Brexit del 23 giugno, scrive Alberto Simoni, il premier ha alzato i toni e ha agitato lo spettro della guerra in Europa: “Possiamo essere sicuri -ha detto- che la paceRead More

Posted On maggio 3, 2016By Rassegna ItalianaIn Words

Senato: la madre di tutte le battaglie

Sul Corriere della Sera, a pagina 2, si dà conto delle parole di Renzi che ieri, da Firenze, ha lanciato la campagna per il “sì” al referendum costituzionale di ottobre: “Ho bisogno di voi, 10 mila comitati in tutta Italia, composti da un minimo di 10 a un massimo di 50 persone”, “sono certo che vinceremo”, occorrerà “coinvolgere la popolazione” perché la sfida non appartiene “solo ai dotti professori”. Bisognerà finanziare la campagna “dal basso”, “se non riesco vado a casa”. Massimo Franco, che ne scrive nella sua “Nota” sottolineaRead More