12 Aprile 2024
Veg

Il carpaccio di anguria

Con l’arrivo dell’estate vorrei proporre un piatto con un frutto caratteristico della stagione : l’anguria . Quest’ultima è un frutto ricco di sali minerali, molto fresco e appagante che però viene sempre mangiato allo stesso modo e con questa ricetta vi invito a cuocerla .

Ingredienti:

1 anguria (piccola) , erba cipollina fresca, scaglie di grana padano, oli di semi, olio d’oliva, sale grosso, sale fino, aceto balsamico q.b.

Procedimento:

Prendete l’anguria e tagliatela a fette circolari di circa 10/12 cm, rimuovete la buccia e mettete le fette in uno scolapasta con sopra un po’ di sale grosso, lasciate riposare per un’ora cosi che si disidrati leggermente e si sali al punto giusto.

Nel frattempo preparate la vinaigrette all’aceto balsamico, mescolando (nelle proporzioni di vostro gradimento) olio d’oliva, sale fino e aceto balsamico e mettetela da parte.

Adesso prendete l’anguria e scrollate via il sale grosso , poi posizionatela su una padella antiaderente su cui avrete già versato un po’ di olio di semi a riscaldare , successivamente fate cuocere le fette da tutti i lati facendola imbrunire bene e  mettete a riposare in un tagliere per 10/15 min.

Dopo averla fatta riposare tagliate a fette sottili (a mo’ di carpaccio) e infine disponete su un piatto condendo con la vinaigrette, l’erba cipollina tagliata fine e la scaglie di grana.

Le particolarità che noterete è l’aspetto molto simile ad un carpaccio di manzo ed un contrasto dolce salato molto piacevole.

#Vegetarianisnotbad

Matteo Leone

Leone matteo nasce a Poggibonsi (Si) il 16 marzo 1991 . Si diploma nel 2011 presso l' Istituto alberghiero , F.Enriques , a Castelfiorentino (Fi) Ha lavorato a : San Gimignano ; Certaldo ; Milano ( corso di cucina vegetariana estiva presso il " joia ", 1 stella michelin , di P. Leemann ) ; Pievescola (stage presso "Relais la suvera" , 5 stelle L.) ;Francia ( Guebwiller ) ; infine Volterra dove ha gestito un ristorante vegetariano che per motivi personali ha dovuto cedere.