Words Category

Posted On ottobre 30, 2020By Ahmed HaboussIn Words

Il turco e la laicità

La laicità è un processo antropologico che dovrebbe liberare lo Stato e le Istituzioni dal peso della religione; la laicità non va considerata come una contrapposizione alla fede e al credo altrui, deve essere intesa come una netta e decisa separazione fra Stato e religione. Ahimè questo al momento non è possibile nel mondo islamico, inteso come un groviglio ideologico e politico. Occorrono alcune considerazioni: L’espansione dell’islam e il suo radicamento hanno lasciato impronte indelebili nei luoghi geografici, nei paesaggi, nelle lingue, nelle tradizioni e nelle società conquistate. Più diRead More

Posted On ottobre 27, 2020By Rassegna ItalianaIn Words

Erdogan: irricevibile!

Uno scontro così duro tra Parigi e Ankara non si era ancora visto. Nel giro di 48 ore il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha dato del matto – per due volte – a Emmanuel Macron. Lo ha invitato a sottoporsi a «controlli mentali». Lo ha accusato di fomentare l’odio contro l’Islam. Si è spinto ad affermare che i leader europei stanno trattando i musulmani nello stesso modo in cui hanno trattato gli ebrei. Infine, ha chiesto di boicottare i prodotti francesi. Il «Sultano piromane», come lo ha definito «LeRead More

Posted On ottobre 25, 2020By Rassegna ItalianaIn Words

Divieti fino al 24 novembre

Chiudono gli impianti di sci, tutte le fiere, comprese quelle internazionali, e la dad alle superiori potrà arrivare al 100%. Il governo ha varato il nuovo Dpcm con alcune correzioni rispetto alle prime ipotesi contenute nelle bozze circolate ieri. Resta la chiusura alle 18 per bar e ristoranti ma i locali potranno restare aperti anche la domenica. Niente ‘street food’ dopo le 18 e tavoli dei ristoranti al massimo per quattro. Ai cinema, teatri, sport e palestre, si aggiunge la serranda chiusa anche per i centri sociali e culturali. Salvi invece i concorsi pubblici e privati che fino a ieriRead More

Posted On ottobre 25, 2020By Rassegna ItalianaIn Words

La politica balla sul baratro

Non è stata una bella scena quella di questi ultimi giorni e settimane. Il virus ripartiva prepotente e la politica giocava allo stallo, per vedere chi si sarebbe scoperto facendo la prima mossa. Il premier Giuseppe Conte, il leader del lockdown che gli era valso prima beffe poi apprezzamenti mondiali, resisteva alle pressioni.  L e Regioni vedevano aumentare i contagi, i morti e assistevamo al riempirsi delle terapie intensive. Fino a che proprio la Lombardia guidata dal leghista Attilio Fontana era costretta a chiedere misure drastiche, mettendo in difficoltà ilRead More

Posted On ottobre 22, 2020By Rassegna ItalianaIn Words

Il vacCINA

A parte la nostra foto volutamente ironica questo articolo spiega bene cosa sta facendo la Cina con la sperimentazione del proprio vaccino e i rapporti internazionali che derivano da questo tentativo di mostrarsi come “primi concreti combattenti” del Covid-19. La promessa della Cina di distribuire un miliardo di dosi al resto del mondo la chiamano «diplomazia del vaccino». È la strategia cinese per combattere il virus, ma anche il modo per farsi perdonare la nomea di untori. Pechino vuole aiutare i Paesi in via di sviluppo vicni e lontani eRead More

Posted On ottobre 9, 2020By Alessandro AgostinelliIn Words

Covid-19 in USA: mortalità sopravvalutata

Ci siamo stupiti dell’approccio fanfarone e sprezzante del pericolo nei confronti di Covid-19 da parte del presidente americano Donald Trump. Anche in seguito al suo recente contagio e al successivo ritorno alla Casa Bianca, una volta superata la fase acuta della malattia da coronavirus, Trump è stato impertinente nei confronti degli scienziati: la sera stessa del suo rientro “a palazzo”, si è tolto la mascherina in presenza di un fotografo che stava nelle sue vicinanze. Sicuramente al mondo ci sono nazioni e governanti prudenti rispetto al virus e altri assolutamenteRead More

Posted On ottobre 7, 2020By Alessandro AgostinelliIn Words

Addio a Marco Giaconi

Rideva. Anzi sogghignava col sorriso da schiaffi e l’occhio vispo che la sapeva lunga. Era capace di feroce ironia, ma amava che tra amici non ci fossero discussioni o screzi. Era una persona buona e affettuosa. Ed era generoso. Generoso materialmente e umanamente. Amava i taxi e i tassisti, con i quali azzardava sempre discorsi di politica. Potevo essere ad Amman, a Gerusalemme o a Berlino, lui mi indicava sempre un ottimo ristorante dove andare a cena. Ogni volta che chiudeva la sua telefonata mi diceva, con voce lenta: divertiti!Read More

Posted On settembre 24, 2020By Marco GiaconiIn Words

2 Mattei dicono di aver vinto…

I due Mattei. Renzi e Salvini. Tanti ne hanno parlato, tanti li hanno messi a confronto trovando molte analogie. Eccoli qua. Non conosco Matteo Renzi, ma è come se l’avessi conosciuto da sempre. È il classico toscanello di paese che dal tavolino del bar (Arci o preti è uguale) pontifica su tutto. “Gnene direi io, a ‘i Trumpe, ‘ome si fa con la Cina!” oppure “macché bancadithalia, lo so io ‘ome si fa la riforma delle tasse”! Nessuno lo scalfirà mai in questo suo egotismo a buon mercato, né iRead More

Posted On settembre 20, 2020By Guelfo GuelfiIn Words

Addio Rossanda

Tra poco farete meglio quello che già fate benino: fare a meno di noi. Noi, tra le altre cose, abbiamo dilapidato un’eredità corposa. Quella ricchezza aveva dei costi, meritava una cura e alcuni anticorpi ma noi ne abbiamo approfittato non capendo bene quel che ci era stato donato. Eppure era di tutta evidenza. Era il frutto di sofferenze, di sacrifici, di lotte. Era il frutto di intuizioni e di una capacità di ascolto che si è affievolita fino a sparire nel rumore del gorgoglio della deglutizione. Chi uscì prima cheRead More

Posted On settembre 17, 2020By Marco GiaconiIn Words

Recovery fund all’italiana…

La prima proposta di “Fondo di Recupero” per tutta la UE fu fatta dalla Francia, nel maggio scorso, e poi sostenuta anche dalla Germania, con 500 miliardi di euro, ma tutti a fondo perduto. Si trattava sostanzialmente di mutualizzare il debito per la ricostruzione post-Covid-19, con un meccanismo che vedeva (e vede) la Commissione Europea prestare e/o donare capitali ai vari Paesi UE, prendendoli dal consueto mercato finanziario. Il bilancio UE è stato comunque fissato, per il prossimo anno, a 1074 miliardi di euro. Vengono quindi emessi dalla Commissione (laRead More