Words Category

Posted On novembre 5, 2021By James HansenIn Words

Estinguiamoci in proprio

“Un minuto a mezzanotte”. L’espressione, molto usata in occasione dell’apertura della conferenza COP26 di Glasgow, fa riferimento alla nostra vicinanza al momento oltre il quale non sarà più possibile salvare la razza umana dalla distruzione se non agiamo subito—o quasi—per azzerare le emissioni di CO2. Purtroppo, il necessario senso di immediatezza varia attorno al globo e quel “subito” è interpretato diversamente in paesi come la Cina—che pensa, forse, di arrivare al “net zero” nel 2060, mentre ora aumenta la sua estrazione del carbone e non partecipa nemmeno alla conferenza—e l’India,Read More

Posted On ottobre 29, 2021By Alfredo De GirolamoIn Words

COp26, ecologia di facciata

Non sarà una grade conferenza, dove saranno affrontati in concreto temi e saranno sviluppate azioni per contenere il climate change. Alla conferenza internazionale di Glasgow, che si aprirà domenica 31 Ottobre 2021, con molta probabilità andrà in scena una rappresentazione puramente simbolica della lotta ai cambiamenti climatici. Dal palco del vertice di Cop26 siamo destinati ad ascoltare tanta narrativa mielosa, qualche mea culpa e poca sostanza nell’azione. Difficile aspettarsi qualcosa di diverso, e minimamente “rivoluzionario”. A incidere negativamente sui risultati di questo atteso evento, che avviene in doppia emergenza, sia ambientale che pandemica, è ancora una volta l’attitudineRead More

Posted On ottobre 15, 2021By Rassegna ItalianaIn Words

Alitalia addio, Alitalia buongiorno

Era il 6 luglio del 1947 quando da Roma decollava il primo volo internazionale Alitalia. Destinazione: Oslo. A bordo dell’aereo, un quadrimotore Savoia Marchetti S.M. 95, 38 marittimi norvegesi. Due mesi prima, il 5 maggio, c’era stato il primo volo in assoluto Alitalia Torino-Roma (Urbe)-Catania con 18 passeggeri imbarcati su un; trimotore Fiat G 12 “Alcione”. Un anno dopo, nel marzo del ’48, con l’Avro 691 Lancastrian l’Alitalia inaugurava poi il primo collegamento intercontinentale con Buenos Aires (36 ore di volo da Roma con tappe a Dakar, Natal, Rio de Janeiro e San Paolo). Ebbene, oggi, a distanza diRead More

Posted On ottobre 12, 2021By Rassegna ItalianaIn Words

La Meloni e i fascisti

Finora Giorgia Meloni ha ricevuto un trattamento di favore dai media ma anche dagli avversari politici, più spaventati dal populismo cinico di Matteo Salvini che dalla destra, diciamo così, tradizionale rappresentata da Fratelli d’Italia. La propaganda social leghista, la capacità di imporre temi nell’agenda pubblica – dai migranti alla legittima difesa – ha spaventato più del messaggio di Meloni, all’apparenza assai meno innovativo nelle forme e nelle parole d’ordine. Ma svanita l’illusione populista, stanno tornando le ideologie. Non nella loro forma articolata novecentesca, ma in una versione condensata, con laRead More

Posted On ottobre 12, 2021By Rassegna ItalianaIn Words

Darién: bambini migranti

Come si può continuare a sbagliare? Non aiutare i paesi economicamente deboli, le nazioni del sud del Mondo, mette sempre più vite in pericolo e spinge masse di persone verso gli stati più ricchi, con crescita di mortalità, conflittualità, criminalità e razzismo. Il numero di bambini migranti che attraversano a piedi il “tappo del Darién” in direzione Stati Uniti ha raggiunto il massimo storico. Lo denuncia l’Unicef, ricordando che la giungla che separa la Colombia e Panama è uno dei luoghi più pericolosi per i migranti che cercano di raggiungere il Nord America. Quasi 19.000 bambiniRead More

Posted On ottobre 5, 2021By Daniele LutiIn Words

Marco Giaconi, profilo sinistro

Oggi è un anno che è morto Marco Giaconi, un amico che ha avuto una parte importante nella mia vita, anche politica e culturale. Le cose che mi sono più mancate di lui, in questo lunghissimo anno, sono le telefonate del mattino, il nostro libero “verseggiare” sulle letture fatte, sui ricordi del passato prossimo e remoto, sugli aneddoti della nostra vita di studenti vissuta nelle biblioteche sì, ma, soprattutto, per le strade e nelle piazze di Pisa, nelle trattorie e nei fumosi bar della periferia. I nomi, fra di noi,Read More

Posted On ottobre 5, 2021By Andrea BianchiIn Words

Marco Giaconi, profilo destro

Un discorso su Marco Giaconi a distanza di un anno dalla scomparsa potrebbe assumere varie forme, e non solo per la bocca che lo pronunci o, come in questo caso, per la mano che lo vada a comporre. Dico così perché Marco Giaconi era figura eminentemente complessa, se mai altre ve ne furono come lui nella mia vita e quindi il mio discorso rischierà di restare limitato entro una prospettiva: che però può consentire una messa a fuoco efficace. Marco Giaconi è entrato nella mia vita per la prima voltaRead More

Posted On ottobre 5, 2021By Alessandro AgostinelliIn Words

Un anno senza Marco Giaconi

Improvvisamente non c’era più. Non potevamo più parlare, discutere e litigare bonariamente di politica. Marco Giaconi è morto esattamente un anno fa, in circostanza non chiare, a Villa Rossi di Gattaiola, nella cintura esterna di Lucca. Marco era un amico e uno dei pilastri di alleo.it, dove ha scritto una quantità di articoli che hanno attraversato un decennio buono. Oggi, nei ricordi di Daniele Luti e di Andrea Bianchi, pubblicati sulla nostra rivista online, si ricordano le tendenze di destra e un po’ di sinistra di certe sue intemerate controRead More

Posted On settembre 27, 2021By Rassegna ItalianaIn Words

Nati 2020: più siccità, più inondazioni

I bambini nati nel 2020 saranno esposti alle ondate di calore eccessivo in media sette volte di più rispetto ai loro nonni nati nel 1960 (con punte di 18 volte in più in Afghanistan). I neonati di oggi saranno anche colpiti 2,6 volte in più dalla siccità, 2,8 volte in più dalle inondazioni dei fiumi, quasi 3 volte in più dalla perdita dei raccolti agricoli (con punte di 10 volte in più come in Mali), e dal doppio degli incendi devastanti. Questo l’allarme lanciato da Save the Children con il rapporto “Nati in crisi climatica”, diffuso alla vigilia dellaRead More

Posted On settembre 24, 2021By Rassegna ItalianaIn Words

UE e debito italiano. Se tornano i falchi?

Del debito ci siamo quasi scordati, in tempi di “imperativi superiori” di spesa pubblica e di aiuti europei, ma in Italia ha superato i 2.700 miliardi. Gli si può contrapporre una crescita del Pil di almeno il 5%, a conferma che la spesa, e con essa il celebre “debito buono”, aiutano. Nel frattempo la pandemia pare in graduale superamento, e con essa potrebbe finire la bonaccia che ha portato alla sospensione del Patto di Stabilità. La scorsa settimana in un articolo su Il Mattino, Giorgio La Malfa ha avvertito diRead More