Sun Category

“Era la sera del Venerdì Santo del 1958 quando il poliziotto, che per primo entrò nella camera da letto della diva del cinema Lana Turner, vedendo il corpo di Johnny Stompanato, accasciato a terra, esclamò: Dorme come un angioletto”. Inizia così Johnny degli angeli, l’ultimo lavoro letterario dell’autore pisano Athos Bigongiali (Veglia irlandese, Una città proletaria) edito da MdS Editore. Il romanzo, ambientato negli anni d’oro di Hollywood, rievoca uno scandalo che più di mezzo secolo fa sconvolse l’opinione pubblica internazionale e che vide protagonisti la stella Lana Turner, il suoRead More
Gianni Vattimo nel suo vecchio libro Il soggetto e la maschera. Nietzsche e il problema della liberazione (Bompiani, Milano, 2003) affronta un argomento arduo e spinoso. Infatti il filosofo debolista (adesso passato al Nuovo Realismo) si pone il problema del rapporto fra Nietzsche e la maschera. Nietzsche aveva sempre studiato l’antichità classica da filologo. Il suo atteggiamento era monumentale, antiquario e critico. In questo senso egli aveva ricostruito il mondo classico (e passato, rispetto ai suoi tempi) in maniera obiettiva. Non si era lasciato distrarre da passioni ermeneutiche e nemmeno daRead More

Posted On maggio 16, 2018By Marisa CecchettiIn Sun

Alma Spina, Rovi, Eretica Edizioni 2018, pag. 88,€ 13,00

Prende forza dagli elementi primari, aria, acqua, terra, fuoco, la poesia di Alma Spina, che ha la bellezza assolata della terra di Liguria insieme all’asprezza dei rovi, con il mare che resta in lontananza  quando c’è  “pietra solida” da scalare. Si scava  attraverso gli elementi per snudare quello che sta più nel profondo, “tuorlo d’uovo/fuoco”. E’ energia di giovinezza la poesia di Alma Spina, poesia che suggerisce azione e moto: “Scàrpino. Disturbo non /busso. Violo. Salgo. Apro”. E’ tumulto e lotta, reso tutto ciò con concretezza di immagini, con unaRead More
«La storia dell’umanità è storia di dissensi» afferma il filosofo del marxismo italiano Diego Fusaro. In questo suo Pensare altrimenti (Einaudi, Torino, 2017) Diego dichiara: da sempre «gli uomini si rivoltano». La matrice del dissenso è sentire altrimenti, ma un sentire altrimenti che deriva dal rapporto (conflittuale e difficile) di chi dissente rispetto all’«ordine». Il primo dissenziente della storia fu Prometeo. Dissentì anche Pier Paolo Pasolini dinanzi al «nuovo fascismo della civiltà dei consumi». Ed era dissenziente anche Martin Luther King! Il dissenso insomma è una costante della storia. DissentireRead More
Com’è che un pezzo di carta diventa del denaro? Rispondono a questa domanda John R. Searle e Maurizio Ferraris nel saggio Il denaro e i suoi inganni (Einaudi, Torino, 2018). Searle e Ferraris sono due Nuovo Realisti. E proprio da questo punto di vista (dal punto di vista del Nuovo Realismo) cercano in queste pagine di comprendere cos’è il denaro, come funzionano le sue dinamiche e, infine, perché tutti noi tendiamo ad accumulare del denaro. Searle e Ferraris però, per rispondere all’interrogativo di partenza, usano due strumenti diversi. Il filosofoRead More
Conosciamo la competenza e la precisione di Stefano Ardito, il suo modo al tempo stesso razionale e appassionato di scoprire le cose che più lo interessano. Questo libro è una giusta riproposizione di incontri con i più grandi scalatori e alpinisti di sempre, dai più vecchi ai più giovani. Una riproposizione perché è la riedizione (rivista e aggiornata) di un libro del 1988 che ebbe molto successo. La formula è la stessa: sono interviste ai maggiori sportivi della montagna che tengono insieme un secolo di scoperte, primati, successi e disgrazie.Read More

Posted On aprile 29, 2018By Martino BaldiIn Sun

Haroldo Conti, Sudeste, Exorma 2018, pag. 217, €14,90

Dopo cento lentissime pagine di bravura smisurata nel descrivere il rapporto simbiotico tra il Boga, un tagliatore di giunchi «con gli occhi da pesce moribondo», e la foce del fiume Paranà, Haroldo Conti improvvisamente ti afferra alla gola e ti inchioda a una vertiginosa epifania del senso di ogni cosa. Tremano le mani a scriverne, anche perché pensi alla fine dello scrittore argentino e torna a risuonare quella parola che a lungo nella nostra infanzia per noi degli anni Settanta è stata allo stesso tempo lontana e quotidiana, macabra eRead More
«Ciascun trauma non si limita al presente della sua mortificazione ma per l’individuo che lo subisce si emenda in un fardello che cadrà solo con la fine del suo tempo, o con la cura. Il trauma è fertile, vorace, duraturo, virale. Capita che si trasmetta di padre in figlio. Può diventare cultura. Senza argini è incapsulato, disseminato, tramandato. Ogni ferita è per la personalità una mina inesplosa i cui elementi psicotici isolano e paralizzano […].» [da Davide Orecchio, “Un esilio (1980-1984)” in Città distrutte]. * Viviamo purtroppo un’epoca in cuiRead More
È scandito in tre tempi questo nuovo romanzo di Michele Cocchi. Tre capitoli ognuno dedicato al primo piano di alcuni dei personaggi principali: Sandro, Nuto e Dino, inizialmente bambini e amici inseparabili nell’affollato orfanotrofio in cui è ambientata la prima parte. Ai loro destini, e quelli dei loro due maggiori amici nella “Casa dei bambini”, Viola e Giuliano, si incardina la narrazione dell’intero romanzo. La vita nella Casa delinea i primi tratti delle loro personalità, strette tra la difficile memoria di un prima oscuro (sembra dai vaghi ricordi che tuttiRead More
  Dopo un’infanzia travagliata e una giovinezza segnata da gravi perdite affettive, Stig Dagerman (1923-1954) si fece apprezzare presto come scrittore e in Svezia le sue pubblicazioni gli crearono intorno un’aria di genio. Intanto vicende private lo caricarono di sensi di colpa. Si sentì inadeguato alle aspettative ed ai suoi ideali, probabilmente percepì “nell’ansia di prestazione le catene della più moderna forma di oppressione”. Si tolse la vita a 31 anni. Definito “socialista libertario”, ha sentito fin da ragazzo il peso della guerra come quello dell’ingiustizia sociale. Sognava una societàRead More