Culture Club Category

Posted On febbraio 23, 2021By Rassegna ItalianaIn Culture Club

Addio Ferlinghetti

Lawrence Ferlinghetti, poet, publisher, painter and pivotal figure to the Beats and about every other counterculture literary movement in San Francisco, has died at 101. Ferlinghetti died Monday evening in his second-floor walk-up apartment in North Beach, where he lived for 40 years. Cause of death was a degenerative lung condition, said Nancy Peters, co-owner and retired executive director of City Lights Bookstore and Publishers. “It was my good fortune to have worked closely with him for more than 50 years,” Peters told The Chronicle on Tuesday. “We’ve lost aRead More

Posted On febbraio 22, 2021By James HansenIn Culture Club

Vacca? Dillo a loro

Resiste ancora nella società occidentale la convinzione—toccante per certi versi, dannosa per altri—che le donne siano delle creature fragili bisognose della protezione dei più forti e brutali maschi. Altre culture non hanno sempre visto la questione alla stessa maniera. È familiare la tradizione, considerata mitologica, delle Amazzoni dell’antica Anatolia, molto meno invece quella delle “Amazzoni di Dahomey”, l’unica istanza documentata nella storia militare moderna di unità combattenti femminili di prima linea. Queste donne, che tra loro si chiamavano le N’Nonmiton, cioè ”nostre madri”, costituivano la pericolosissima guardia reale del Regno africano diRead More

Posted On febbraio 22, 2021By Gianfranco CordìIn Culture Club

Mario De Caro e l’epifenomeno

Effetti collaterali. Conseguenze impreviste – come non la serendipità. Collaterali e secondari. In fondo un crimine è sempre la contrapposizione tra un agente e un criminale. E di questo agente, Mario De Caro in questo suo Il libero arbitrio. Una introduzione (Laterza, Roma-Bari, 2004) ne traccia i contorni, il non detto, l’esplicito e il rimosso. Agente equivale anche a «mente» oppure anche a «essere umano» ma meglio ancora a «colui che agisce»: chi concretamente fa un «azione» (è un altro titolo di Mario De Caro, Azione, Il Mulino, Bologna, 2008).Read More

Posted On febbraio 15, 2021By Gianfranco CordìIn Culture Club

Max Weber all’incanto

1. Contestualizzare il contesto. La popolazione di Pietrogrado si «sollevò» nei cinque giorni intercorsi tra il 22 e il 27 febbraio del 1917 secondo il calendario giuliano, allora vigente in Russia (per il calendario gregoriano i giorni erano quelli fra l’8 e il 12 marzo). E’ la «famosa» Rivoluzione di febbraio. In definitiva, essa fu una procedura prevista per la stipulazione dei «contratti» dei bolscevichi costituita da una gara in cui sarebbe risultato «aggiudicatario» chi avesse offerto le migliori condizioni per l’edificazione dello Stato Socialista. Ma, nove mesi dopo (ilRead More

Posted On febbraio 14, 2021By Rassegna ItalianaIn Culture Club

Amore, 2000 anni fa

Gli archeologi cinesi hanno trovato il carattere “amore” inciso su un coperchio di legno risalente alla dinastia Han (202 a.C. – 220 d.C.), una possibile testimonianza lasciata da un ufficiale di frontiera innamorato. Il coperchio circolare, con un diametro di 5,3 centimetri e uno spessore di 1,5 centimetri, era presumibilmente posizionato sopra un utensile. Xiao Congli, direttore della ricerca del Gansu Jiandu Museum, dove il coperchio è conservato, ha detto che sui suoi due lati sono stati rispettivamente scolpiti i caratteri cinesi “Zhong” e “Qing”, che significano “lealtà” e “amore”.Read More

Posted On febbraio 6, 2021By James HansenIn Culture Club

Ora ti ca’a l’orso

Il titolo è un detto livornese che significa che ora “sono affari tuoi”… La Russia è l’Orso scuro che “incombe” da secoli sull’Europa. La percezione non è nuova. Per certi versi l’Occidente non ha mai dimenticato la vista delle truppe russe dello Zar Alessandro I in parata trionfale sull’Avenue des Champs-Élyséesdopo la caduta di Parigi nel 1814. Forse per l’ansia che ispira in Occidente, è difficile tenere a mente che, geograficamente parlando, la Russia è più asiatica che europea. Al Cremlino non possono permettersi il lusso di pensare prima all’Europa,Read More

Posted On gennaio 29, 2021By Alessandro AgostinelliIn Culture Club

Sanremo è io

Di Sanremo non me ne frega niente. Non mi interessano le polemiche sul fatto che se i teatri e i cinema sono chiusi allora anche il Festival di Sanremo, che si tiene come sempre al Teatro Ariston, deve essere chiuso. Eppure, su questo assunto si saldano oggi le opinioni di tutti i paladini della cultura e del ministro Franceschini. I primi hanno detto da giorni: “se i teatri sono stati chiusi finora anche Sanremo non può essere svolto col pubblico e deve restare chiuso”. Il ministro ha detto: “I teatriRead More

Posted On gennaio 23, 2021By Rassegna ItalianaIn Culture Club

Scoperta sul sistema solare

Ecco una novità scientifica che fornisce ulteriori informazioni sul nostro universo. Il Sistema Solare si è formato in due tappe. È l’ipotesi suggerita da nuovi dati e da una simulazione capace di spiegare la diversità fra i pianeti rocciosi più interni come Mercurio, Venere, Terra, Marte e quelli gassosi come Giove. Il risultato, pubblicato sulla rivista Science, si deve ai ricercatori coordinati da Tim Lichtenberg, dell’università britannica di Oxford. “Il Sistema Solare interno, che si è formato prima ed è più asciutto, e il Sistema Solare esterno, che si èRead More

Posted On gennaio 19, 2021By Andrea BianchiIn Culture Club

Italia e politica internazionale

Marco Rota Buraschi, insieme ad Andrea Sberze, è il fondatore di Delphis International Consulting, una struttura di analisi e consulenza per le aziende. I suoi interessi riguardano la geopolitica e i temi della sicurezza. Gli ho rivolto alcune domande per alleo.it sulla prospettiva europea ed altre a più ampio raggio ed è nata una piacevole conversazione. Ora che è conclusa la Brexit, la Francia avrà lo spunto per riempire quel vuoto? In Italia, a mio avviso, la questione Brexit è stata affrontata e inquadrata male, come qualsiasi cosa riguardi laRead More

Posted On gennaio 12, 2021By Carmine De VitoIn Culture Club

Covid-19, cigno nero ingovernabile

Il Covid-19 rappresenta una minaccia reale, asimmetrica, immediata e senza autore. L’assenza di un responsabile del male ha rappresentato il peggior tranello per la cultura occidentale del conflitto, strutturata su base duale, sulla conoscenza del nemico. Questo peculiare aspetto ha aperto un’ampia discussione nei fori specializzati sull’importanza del tema del governo dell’incertezza, del governo dell’improbabile e se la pandemia da covid-19 rappresenti il cigno nero dell’ingovernabilità. Governare l’ingovernabile è essenzialmente il governo di ciò che non si conosce e giunge all’improvviso, immobilizzando le capacità di risposta e in generale l’efficiente processoRead More