di - 28 luglio 2018

Sicurezza, caldo e traffico

Un vero provvedimento giallo-verde che incornicia questo primo spezzone d’estate italiana. Una volta i poeti ne parlavano con accurato distacco, oggi la politica si dà da fare anche sulle spiagge per dimostrare che col controllo siamo tutti più tranquilli. Sarà vero?
Intanto traffico e caldo non smentiscono l’avvio del vero solleone da ombrellone. Vediamo allora le notizie salienti della settimana.

Due milioni e cinquecentomila euro. È l’ammontare dello stanziamento proveniente dal Fondo unico giustizia che sarà corrisposto ai 54 comuni rivieraschi a vocazione turistica che hanno presentato progetti idonei per il piano Spiagge sicure-Estate 2018.
I progetti riguardano principalmente l’assunzione a tempo determinato di personale della polizia locale, il pagamento degli straordinari, l’acquisto di mezzi e attrezzature da fornire al personale dei comuni per il contrasto all’abusivismo commerciale e la realizzazione di campagne di sensibilizzazione. Quindici comuni beneficiari si trovano al Nord, 23 al Centro e 16 al Sud.

I requisiti indicati prevedevano che ad accedere ai fondi fossero i comuni costieri a vocazione turistica, non capoluogo di provincia, con una popolazione non superiore a 50mila abitanti e con un indicatore di affollamento nelle strutture ricettive non inferiore a 500mila presenze annue, secondo i dati Istat; 72 rispondevano a queste caratteristiche e di questi solo 61 avrebbero potuto accedere ai fondi tenuto conto del vincolo che prevedeva potessero essere finanziati non più di tre comuni per provincia.
Le proposte progettuali sono state presentate in prefettura e approvate dai comitati provinciali per l’ordine e la sicurezza pubblica: 54 i progetti ritenuti validi e destinatari dei fondi per un massimo finanziabile di 50mila euro ad amministrazione comunale.
Ecco l’elenco dei comuni idonei: a Venezia, Cavallino, Treporti, Iesolo e San Michele al Tagliamento; a Rimini, Riccione, Bellaria, Igea Marina e Cattolica; a Ravenna, Cervia; a Forlì-Cesena, Cesenatico e Gatteo); a Napoli, Sorrento, Ischia e Forio; a Ferrara, Comacchio; a Foggia, Vieste e Peschici; a Grosseto, Castiglion della Pescaia e Follonica; a Sassari, Arzachena e Alghero; a Livorno, Bibbona, Capoliveri e San Vincenzo; a Lucca, Pietrasanta e Camaiore; a Rovigo, Rosolina; ad Ascoli Piceno, San Benedetto del Tronto; ad Ancona, Senigallia e Numana; a Messina, Taormina e Giardini Naxos; a Savona, Alassio, Finale Ligure e Loano; a Lecce, Ugento, Otranto e Gallipoli; a Nuoro, Orosei, Budoni e San Teodoro; a Salerno, Camerota e Capaccio; a Cagliari, Muravera e Villasimius; a Imperia, Diano Marina; a Cosenza, Cassano all’Ionio; a Palermo, Cefalù; a Pesaro Urbino, Gabicce Mare; a Brindisi, Fasano; a Teramo, Tortoreto e Giulianova; a Latina, Fondi; a Fermo, Porto Sant’Elpidio; a Trapani, San Vito Lo Capo; a Macerata, Porto Recanati.

Prosegue, intanto, l’esodo con traffico intenso e code lungo le strade delle vacanze. Mentre è in arrivo un’ondata di caldo: oggi in Sardegna i termometri hanno sfiorato i 40 gradi.
Confermato il weekend da bollino rosso per chi viaggia in macchina. Rallentamenti e code si registrano lungo le principali autostrade interessate dagli spostamenti verso le località di vacanza. Al Traforo del Monte Bianco coda in corrispondenza del piazzale francese verso Courmayeur con un’attesa prevista di un’ora e quindici minuti. Bollino nero sull’autostrada A22 del Brennero. E sarà così anche domani mattina.
E arriva anche l’ondata di caldo. Oggi la stazione meteo dell’Aeronautica militare a Decimomannu in Sardegna, ha visto il termometro fermarsi a 39,4 gradi. In tutto il Medio Campidano le temperature sono oscillate tra i 37 ed i 38 gradi. A Firenze domani codice arancione per l’afa. Le temperature percepite saliranno a 36 gradi e il Comune invita i più piccoli, gli anziani e i soggetti più fragili ad evitare l’attività fisica all’aperto. Nella prossima settimana ulteriore intensificazione dell’onda di calore al Centro-Nord.