20 Giugno 2024
Words

Un nuovo virus a New York?

E se avesse ragione Bill Gates che sostiene, secondo sue informazioni derivate da prospetti di esperti epidemiologi, un futuro virus più virulento del SarsCoV2?

Ecco la notizia che un parente sconosciuto del virus SarsCoV2 è stato identificato nelle acque reflue di New York: al momento non è presente nelle banche dati internazionali che raccolgono le sequenze genetiche del virus, come Gisaid, ma alcune delle mutazioni osservate sono note da tempo. Lo indica la ricerca pubblicata sulla rivista Nature Communications da un gruppo di università americane coordinate dalla City University di New York e i cui risultati, come riconoscono gli stessi ricercatori, dovranno essere approfonditi da ulteriori studi.
Dal gennaio 2021 gli autori della ricerca hanno cominciato a ottenere le sequenze genetiche del SarsCoV2 trovato in 14 impianti fognari della città e hanno osservato la presenza crescente di nuovi ‘parenti’ del virus che contengono mutazioni viste in passato ma piuttosto rare, chiamate Q493K, Q498Y, E484A e T572N; altre mutazioni sono invece comuni alla variante Omicron.

Due, al momento, le ipotesi sull’origine di questo nuovo virus: la prima è che derivi da infezioni diffuse nell’uomo ma non rilevate finora nei campioni raccolti (ad esempio perché quel particolare virus è meno presente nel tratto naso-faringeo nel quale viene prelevato il tampone, mentre è più presente nelle cellule che rivestono l’intestino); la seconda ipotesi è che potrebbe esistere un animale-serbatoio. A questo proposito, tutte le varianti sembrano favorire il legame con le cellule di esseri umani, topi e ratti, ma secondo i ricercatori al momento non ci sono elementi sufficienti per identificare con precisione un ospite.

[tratto da ANSA]