di - 2 dicembre 2016

Il nuovo campione mondiale di scacchi

A New York, sull’isola di Manhattan, dopo un match molto equilibrato iniziato l’11 novembre, il ventiseienne norvegese Magnus Carlsen si è confermato campione del mondo di scacchi sconfiggendo al tie-break lo sfidante russo Sergej Karjakin. Le prime dodici partite si erano concluse sul 6:6.
Carlsen e Karjakin si sono divisi un premio di finale di 1,1 milioni di dollari, con al vincitore il 55% del montepremi. Non è stato un match entusiasmante, per le molte patte, alcune delle quali avvenute a seguito di un gioco rinunciatario da entrambe le parti.

scacchi-2-2

Il cosiddetto tie-break prevedeva una serie di partite a tempo rapido (ossia il tempo di riflessione dei due avversari era minore rispetto a quello della prima fase della sfida: 25 minuti a testa per finire una partita con un incremento di 10 secondi per ogni mossa) e Carlsen, uno specialista del gioco veloce, era favorito. Il risultato di questa seconda fase della sfida è stato di 3:1 per il grande maestro norvegese. Carlsen, come è spesso ricordato, è il primo campione del mondo proveniente da un paese occidentale (in Norvegia è una vera e propria star) dopo il mitico Bobby Fischer, che nel 1972 sconfisse l’allora sovietico, poi trasferitosi in Francia, Boris Spassky in una sfida epica e piena di risvolti politici.