All posts by Giovanni A. Cecconi

Giovanni A. Cecconi

Professore di storia romana all'università di Firenze. Da sempre appassionato di cinema, ha pubblicato recensioni, riflessioni e schede informative, oltre che come blogger su alleo.it, su Agenzia Radicale online. Ama il calcio, si occupa di politica e gioca a scacchi, praticati (un tempo) a un ottimo livello agonistico.

Posted On febbraio 8, 2020By Giovanni A. CecconiIn Movie

L’icona di Hollywood, Kirk Douglas-Spartacus è morto (1916-2020)

Tra le esperienze che ricordo sempre con piacere del mio insegnamento universitario c’è quella di alcuni anni fa, quando una organizzazione studentesca della Facolta’ di Lettere fiorentina ideò un ciclo di film dedicati al mondo antico, prevedendo dopo le proiezioni un… dibattito pilotato da docenti o esperti con commento e rilettura di spezzoni di film. Dibattito non più politicizzato come sarebbe stato in tempi che per alcuni aspetti sarebbero da rivalutare ma inteso ad approfondire le implicazioni storiche, di contesto culturale, e anche di linguaggio cinematografico. Fui contattato per l’analisi di “Spartacus”. Mi preparai a fondo, rivedendo il film,Read More

Posted On gennaio 28, 2020By Giovanni A. CecconiIn Movie

“La Dea Fortuna” (di F. Özpetek, ITA 2019)

Cineasta discontinuo e di relativa monotematicità, capace di cose belle e di prodotti piuttosto banali, Özpetek ha però il pregio di non annoiare e di riuscire in genere a creare empatia nello spettatore, coinvolto emotivamente dai drammi umani legati all’identità omosessuale, alla famiglia, all’amicizia, alla malattia. Nato a Istanbul nel 1959, Özpetek è in Italia da oltre quarant’anni e i suoi film sono perfettamente calati nella realtà del paese. La Dea Fortuna deriva questo titolo dalle maestose rovine del tempio romano-ellenistico della Fortuna Primigenia, costruito probabilmente nel II secolo a.C., delle terrazze archeologiche di quellaRead More
A margine del suo ultimo “prodotto”, Un giorno di pioggia a New York (A Rainy Day in New York, USA 2019) che non è stato uno straordinario successo di produzione e ha avuto anche strascichi processuali legati alla sua uscita, e anche sentendo opinioni e umori in giro, vien fatto di pensare che Allen abbia stancato. E’ un uomo molto anziano (nato nel 1935) che quasi per scaramanzia – c’è da giurarci – mette in pista un film l’anno. I temi intimisti si riannodano  l’uno con l’altro fino alla ripetitività, l’ambiente metropolitano, americano e europeo, è fondale costante, Allen nonRead More
La Repubblica della Macedonia del Nord, così ufficialmente denominata dal 2018, è un paese di poco più di 25.000 km2, con 2 milioni di abitanti. Il paese segue due religioni principali, quella ortodossa per il 59 % degli abitanti e quella musulmana per quasi il 40%. La sua capitale è Skopje e qui e nella vicina città di Stip è ambientato questo film di produzione indipendente, e assai interessante. Queste informazioni sono utili per fornire un quadro di contesto minimo di un’opera, presentata alla Berlinale 2019 e al Torino FilmRead More

Posted On dicembre 19, 2019By Giovanni A. CecconiIn Movie

Addio a Anna Karina (Copenhagen 1940 – Parigi 2019)

Di origine danese (Hanne Karin Blarke Bayer), ricevette il suo nome d’arte dallo stilista Coco Chanel. Modella affermata e artista di pubblicità poco più che adolescente, la Karina trasferitasi a Parigi nel 1958 si mise in luce partecipando a otto film del primo Godard, a partire da Le petit soldat (1960, un film sulla tortura a lungo censurato e finalmente uscito tre anni dopo).  Leggenda vuole che avesse rifiutato un piccolo ruolo in Fino all’ultimo respiro perché avrebbe dovuto spogliarsi. Sposò il cineasta di origine svizzera nel 1961 mentre girava La donna è donna cheRead More

Posted On dicembre 7, 2019By Giovanni A. CecconiIn Movie

“La belle époque” (di N. Bedos, FRA 2019)

Un buon successo di botteghino e di critica (giudicato tra le migliori commedie dell’anno) per questo mediocre film francese, tutto giocato sul tema della nostalgia e del tempo passato e perduto. Un imprenditore non privo di inventiva, direttore della Time Traveller, coadiuvato da un team di bravi collaboratori, e’ in grado di proporre a chi lo desideri di fare un salto indietro nel tempo grazie a ricostruzioni d’ambiente perfette,proponendo altresi’ di far rivivere situazioni passate del proprio privato. E’cosi’ che Victor (Daniel Auteuil)in crisi con se stesso e con suaRead More
La famiglia Kim – un padre nullafacente (Kim Ki-taek, interpretato da Song Kang-ho, attore-feticcio di Bong Joon-ho),  una madre casalinga, una donnona ex-martellista, e due figli quasi ventenni, maschio e femmina – vive in un lercio scantinato, che si riempie di letame quando piove torrenzialmente, un seminterrato con una finestra su un angolo della strada, dove c’è chi va a fare i propri bisogni. Campano di espedienti a cottimo, come piegare in serie i cartoni della pizza per prepararne l’inscatolamento. L’importante è per loro che gli smartphone prendano la linea e per averla sono disposti a montare suRead More

Posted On ottobre 24, 2019By Giovanni A. CecconiIn Movie

Curiosità mutuate su “Joker” (Todd Phillips, USA 2019)

Contriti per non essere competenti nel campo dei fumetti (Joker/Batman/Gotham City ecc.), e dunque non del tutto attrezzati per una completa valutazione di questo Leone d’Oro all’ultimo festival di Venezia, piuttosto che recensirlo dato che di esso si parla moltissimo ovunque, e se ne è detto di tutto di più, approfittiamo di un sito francese (https://hitek.fr/actualite/joker-faits-intrigants-chef-oeuvre-joaquin-phoenix_20793) che ci consegna qualche divertente curiosità. Sono venti fatti definiti come “intriganti”, e ne ruberemo alcuni, aggiungendone alcuni altri. Prima però diremo, in qualche modo prescindendo dai presupposti culturali del film (appunto tutti i Joker precedenti), che esso ci è piaciuto, specialmenteRead More
Tratto dall’omonimo romanzo di Martha Batalha, questo film (vincitore dell’importante premio Un certain regard a Cannes) su uno struggente legame tra sorelle si apre con una citazione: in mezzo a scogli a ridosso del mare, due ragazze si guardano poi si muovono verso l’interno e si addentrano in una foresta densa di vegetazione e lungo un percorso di roccia scoscesa. Una rimane indietro, l’altra sale, una la chiama l’altra risponde e poi non risponde sino a perdersi mentre la musica ritma cadenze e lancia sonorità inquietanti. Questo è Picnic a Hanging Rock di WeirRead More

Posted On settembre 21, 2019By Giovanni A. CecconiIn Movie

“C’era una volta a… Hollywood” (Q. Tarantino, USA 2019)

Un Tarantino ispirato (visto in v.o. sottotitolata) ci trasporta nella California del 1969, tutt’altro che soprattutto California dream. Racconta un’amicizia nel contesto storico, sociale, di costume di quegli anni, senza rinunciare a parlare di cinema, di registi e attori del periodo anteriore alla nascita della “Nuova Hollywood”. Questo è un esempio di metacinema, anzi è metacinema spinto, giacché i trucchi, le finzioni, le pause, le fatiche del girare e del recitare sono ben rivelati o ricordati allo spettatore, dialogando con lui e appagando alcune delle sue curiosità. Tarantino conferma di avere il dono di coinvolgere lo spettatore con le immagini – non soloRead More