All posts by Gianfranco Cordì

Gianfranco Cordì

Gianfranco Cordì (Locri, 1970), ha scritto dodici libri. E' dottore di ricerca in filosofia politica e giornalista pubblicista. Dirige la collana di testi filosofici "Erremme" per la casa Editrice Disoblio Edizioni. Dirige le tavole rotonde di filosofia del Centro Internazionale Scrittori della Calabria.

Posted On luglio 12, 2019By Gianfranco CordìIn Culture Club

Medicina e filosofia. Intervista a Umberto Curi

A pagina 28 del suo libro “Le parole della cura. Medicina e filosofia” (Raffaello Cortina Editore) scrive che: «Affidato alle cure di un personaggio doppio, metà uomo e metà cavallo, Asclepio apprende i segreti di un’arte – quella medica – intrinsecamente ambivalente, perché capace insieme di salvare la vita e di procurare la morte… Di qui la funzione sempre e comunque ambivalente della stessa techne medica, la quale, come peraltro qualunque altra techne , non può giovare senza insieme nuocere, come il pharmakon di cui si serve, un veleno cheRead More
Questo libro è «Una ricerca sul senso della possibilità entro il quadro di un’interpretazione filosofica della modalità». Salvatore Veca scrive questo Il senso della possibilità. Sei lezioni (Feltrinelli, Milano, 2018) con l’intento di porre a termine «Un rinnovato elogio dell’Illuminismo». Ma che cos’è la possibilità? Che cos’è la modalità? E, come scriveva Kant: che cos’è l’Illuminismo? Dice Veca: «Il senso della possibilità presuppone la libertà per le persone di esplorare, immaginare, delineare i tratti di mondo sociali possibili, più degni di lode del mondo attuale». Questi «Mondi sociali possibili» sonoRead More
Ermanno Bencivenga parte dalla considerazione della società attuale. In questo suo La scomparsa del pensiero. Perché non possiamo rinunciare a ragionare con la nostra testa (Feltrinelli, Milano, 2017) il filosofo calabrese ci informa delle condizioni in cui versa oggi il nostro Pianeta. «Ogni speranza di salvare l’ambiente… o di produrre cibo a sufficienza o trovare una via d’uscita dei dissidi e conflitti che ci perseguitano riposa sulla nostra capacità di ragionare: di tacitare emozioni e impulsi e fare spazio per idee, proposte e teorie, e per una discussione ordinata cheRead More

Posted On giugno 27, 2019By Gianfranco CordìIn Sun

Simona Forti, Ripensare oggi male e potere, Feltrinelli, Milano 2012

Simona Forti scrive questo suo I nuovi demoni. Ripensare oggi male e potere (Feltrinelli, Milano, 2012) con un intento preciso. Infatti la nostra autrice postula in maniera definitiva l’inevitabilità del male. Di un male che transita dal «paradigma Dostoevskij» al «paradigma dei demoni mediocri» accrescendosi, anziché diminuendo di intensità. In quest’ultimo paradigma esso infatti ha a che fare con la «vita stessa», con la nostra stessa pulsione di sopravvivenza. Ed ecco che un male totale pare essere invincibile e incontenibile oltre che incoercibile. La domanda che nasce a questo puntoRead More

Posted On giugno 27, 2019By Gianfranco CordìIn Sun

Massimo Cacciari, Dell’inizio, Adelphi, Milano 2008

Qual è l’inizio di questa recensione? Forse le due parole «Qual è», oppure meglio, è l’inizio del libro che si deve recensire: «A.- Ecco… la lettera rubata». Il volume di Massimo Cacciari Dell’inizio (Adelphi, Milano, 2008) è così composto: «Ogni parte del libro è espressa (e pensata) secondo tre “scritture”. La prima è quella del dialogo, ma del dialogo discipuli ad discipulum. Gli “antagonisti” (di cui A è solo latu sensu l’autore) rimangono sempre i medesimi: essi si incontrano, allo scaturire di ogni nuovo problema (o, meglio, ai punti diRead More

Posted On giugno 20, 2019By Gianfranco CordìIn Words

Perché si odia

Parliamo di odio con i ragionamenti di uno dei sociologi che è andato per la maggiore in questi ultimi anni, il polacco Zygmunt Bauman che nel suo Il disagio della postmodernità (Traduzione di Vera Verdiani, Laterza. Roma-Bari, 2018) mette a punto due equazioni che mi sembrano fondamentali per capire il mondo dentro al quale stiamo vivendo. Intanto dice che viviamo in un mondo di incertezza, di precarietà, di transitorietà di tutto e tutti. Noi, ne deriva Bauman: leggiamo la nostra debolezza (figlia dell’incertezza) come forza degli stranieri, degli immigrati, deiRead More

Posted On giugno 17, 2019By Gianfranco CordìIn Words

Se il salvinismo incontra le diseguaglianze

C’è un libro che mi ha fatto venire in mente una sottigliezza che adesso vi racconto. Il libro è Breve storia della disuguaglianza (traduzione di Diego Ferrante, Laterza, Roma-Bari,2019) di Michele Alacevich e Anna Soci. Mi sono detto che la relazione biunivoca tra disuguaglianza e democrazia è più importante del rapporto fra disuguaglianza e globalizzazione. In fondo noi cittadini siamo quello che vuole per noi la nostra democrazia. Non essere una democrazia vuole dire essere un’autarchia o, come si direbbe oggi, un’oligarchia o meglio ancora una plutocrazia. Il regno delleRead More

Posted On giugno 13, 2019By Gianfranco CordìIn Culture Club

Il magma della sovranità

Popolo, territorio e sovranità costituiscono l’essenza dello Stato. Si tratta di tre termini filosofico-politici ambigui. Si tratta di tre categorie non facilmente definibili in termini concreti ma anche teorici. Che cos’è il popolo? Come si distingue un territorio da governare attraverso delle leggi, un parlamento e un governo? E infine: che cos’è la sovranità? A quest’ultima domanda risponde Carlo Galli nel suo libro Sovranità (Il Mulino, 2019). Intanto apprendiamo subito che sovranità «significa un potere politico con alcune specifiche caratteristiche: di essere sommo, il che può voler dire tanto cheRead More
Le chimere di Omero, gli unicorni. E poi: ircocervi, ornitorinchi, come se fosse antani, sarchiaponi, le unghie di Deleuze, le squame dei pesci, l’età del cucco, i satiri. La montagna d’oro. Il tesoro alla fine dell’arcobaleno. Il cerchioquadrato. L’Ippogrifo di Astolfo. Atlante. La Sfinge. Il chilocorno. Fauni, silvani, naiadi. La danza della pioggia. Il lupo mannaro. Pegaso. Centauro. Bucefalo. Yeti. Il mostro di Loch Ness. Tutta una serie di oggetti strani: per metà reali e per metà immaginari. Che oggetti sono questi dal punto di vista dell’ontologia? Ci sono oggettiRead More

Posted On maggio 25, 2019By Gianfranco CordìIn Words

Lega e 5S, potere del vocabolario

Dice il Dizionario di filosofia di Nicola Abbagnano che il contratto è una «convenzione o una stipulazione» fra i membri che compongono una comunità. Dice lo Zingarelli 2014 che il contratto è: un «patto, accordo». Per «convenzione» dobbiamo intendere, sempre secondo Abbagnano, quel particolare tipo di configurazione secondo la quale «La verità di alcune proposizioni valide in uno o più campi è dovuta all’accordo comune e alla stipulazione (tacita o espressa) di coloro che si servono delle proposizioni stesse». Dice ancora Abbagnano che per «stipulazione» dobbiamo intendere: «L’atto di stabilireRead More