All posts by Gianfranco Cordì

Gianfranco Cordì (Locri, 1970), ha scritto dodici libri. E' dottore di ricerca in filosofia politica e giornalista pubblicista. Dirige la collana di testi filosofici "Erremme" per la casa Editrice Disoblio Edizioni. Dirige le tavole rotonde di filosofia del Centro Internazionale Scrittori della Calabria.

Posted On gennaio 18, 2022By Gianfranco CordìIn Culture Club

Del Giudice, l’ordine inevitabile della frase

«E ogni notte fino ai dodici tocchi della mezzanotte un giovanissimo Cesare Pavese aspetta davanti al caffè concerto La Meridiana, sotto una pioggia insistente e gelida, la cantante ballerina Pucci che esce alle sei da una porta sul retro per incontrare un altro». Daniele Del Giudice (scomparso a 72 anni il 2 settembre del 2021) in questo libro raccoglie il «senso» – in un libro che è l’insieme dei «testi presenti in questo libro» – di un avventura umana ma anche di un analisi del presente, di una sfida conRead More

Posted On dicembre 30, 2021By Gianfranco CordìIn Culture Club

Pimpernel e la bellezza. L’ultimo romanzo di Maurensig

«L’autore non ha voluto chiarire quanto di originale o desunto ci sia in questo apocrifo, lasciando che il lettore tragga da sé la conclusione; non per ultima quella che sia interamente un lavoro di fantasia,ispirato da poche pagine autentiche, che si tratti di un falso d’autore, insomma, concepito come omaggio da parte di chi ha ammirato e amato profondamene questo narratore, non solo per le storie e i personaggi ai quali ha dato vita, ma per la sua figura che si staglia come emblema dello scrittore e viaggiatore romantico diRead More

Posted On dicembre 30, 2021By Gianfranco CordìIn Sun

Alan Pauls, La metà fantasma (trad. Maria Nicola), SUR, Roma 2021

Ottimo scrittore di «fabula» ma deficitario in intreccio e mosse del gioco narrativo, Alan Pauls in questo libro porta sulla scena una pallida e indifferente Buenos Aires, una mortale Berlino e diverse idiosincrasie. Il protagonista Savoy ci pare antipatico. Non possiede alcun elemento che lo possa far risultare «Uno di noi»: accumulatore seriale di visite ad appartamenti dove non intende ne traslocare né affittare e neppure ristrutturare, collezionista di monetine di tutti i paesi del mondo che vengono fuori come funghi, frequentatore dei siti «Tuttoquellovuoi.com» e «Chatroulette» – vive unaRead More
Questo libro di Tullio Avoledo si snoda come un treno. Ci sono un sacco di personaggi, ci sono un sacco di situazioni, ci sono passaggi narrativi veramente originali e, alla fine (all’arrivo in stazione) si resta con l’amaro in bocca. So che molta critica nostrana ha apprezzato questo romanzo d’esordio ma proprio su questo termine, «romanzo» si gioca tutto il fraintendimento. Finalmente, verrebbe da dire, un romanzo che fa (e sa fare) solo il romanzo ma, dall’altra parte: troppa carne al fuoco, troppe pagine (su alcune maledettamente corre il trenoRead More

Posted On ottobre 26, 2021By Gianfranco CordìIn Sun

Lodovico Festa, La provvidenza rossa, Sellerio, Palermo 2016

«Il Pci era una bestia particolare, così l’aveva costruita Togliatti nel secondo dopoguerra. Prima del ’45 era stata un’organizzazione di quadri: iscriversi implicava accettare grandi rischi e una disciplina di ferro. Dopo il ’45 Togliatti immaginò un partito per un verso aperto a un ampio settore di popolo, in cui di fatto contassero molto anche in non iscritti, persino gli iscritti ad altri partiti come una parte dei socialisti, dall’altro, però, volle una forza politica ancora ben centrata su una macchina che continuasse ad avere la stessa efficienza dell’antica piccolaRead More
Stephen King a un certo punto scrive: «Si può sconfiggere il diavolo una volta – grazie alla provvidenza, alla semplice fortuna o a una combinazione delle tre cose -, ma ritentare è un suicidio. Credo che solo i santi siano in grado di vincere due volte contro il diavolo, e forse neanche loro». Questo «diavolo» è il grande tema (il tema dei temi): è possibile la vita dopo la morte? O meglio: che cosa succede una volta che si sia passati a miglior vita? Questo «diavolo» è un assassino seriale (cheRead More

Posted On ottobre 8, 2021By Gianfranco CordìIn Sun

Helena Janeczek, La ragazza con la Leica, Guanda, Milano 2019

1. Espadrille. «Se parlavi di resistenza tedesca, ti associavano, bene che andava, al gruppetto di aristocratici ufficiali che avevano tentato di far saltare in aria il Fŭhrer per patriottismo, e non prima del 20 luglio 1944. Come facevi a dire che quel poco di resistenza che c’era stata si doveva ai comunisti, o a gente che per gli americani era uguale?». Tra il 1918 e il 1933 in Germania c’è la Repubblica di Weimar: Gerda Pohorylle  nata a Stoccarda nel 1910 ha tra gli otto e i ventitre anni. PoiRead More

Posted On ottobre 8, 2021By Gianfranco CordìIn Sun

Andrea Bajani, Il libro delle case, Feltrinelli, Milano 2021

Questo libro di Andrea Bajani è un pasticcio illuminato da lampi di autentica letteratura. Ma non è un pasticcio perché si tratta di un libro pasticciato; tutt’altro; lo è per stile: faccenda imbrogliata, situazione difficile, tensione che va a viene. Ma Bajani è in gamba: gestisce alla meglio tutto questo pasticcio attraverso date (numeri di anni), case che vengono cambiate (i luoghi in cui esse si trovano a mio giudizio sono sei: Roma, Torino, periferie varie, Londra, Parigi, case al mare), numeri di capitoli (se ne contano, alla fine, 78), personaggi denominatiRead More

Posted On settembre 21, 2021By Gianfranco CordìIn Sun

Giuseppe Lupo, Gli anni del nostro incanto, Feltrinelli 2019, pp. 156

«A mio padre non dispiaceva farsi considerare sovietico, anzi lo dava per acquisito e il poco tempo che aveva da leggere lo dedicava a qualsiasi cosa avesse a che fare con il mondo comunista. Sicché non suscitò più di tanto meraviglia quando una sera tornò a casa con un pacchetto e lo poggiò al centro del tavolo. Mia madre smise di cucinare e si avvicinò incuriosita: che è successo, Louis? Era successo che il suo Louis aveva sentito parlare di un libro che andava per la maggiore, dove un uomoRead More
Un mezzo è sempre meno di uno. Ed è sempre meno di un fine. Se un mezzo sono i soldi, un fine può essere, per Beauregard, la felicità. O una vita tranquilla; un esistenza piccolo borghese: una moglie, dei figli, un lavoro … Mah! Le cose – nella vita e nei romanzi – non vanno proprio così. In questo Deserto d’asfalto Shawn A. Cosby porta all’attenzione del pubblico letterario una storia stringente, rapida, vibrante ma anche intricatissima. Nello stesso tempo: confeziona un romanzo godibile e, a tratti, di una velocitàRead More