All posts by Gianfranco Cordì

Gianfranco Cordì

Gianfranco Cordì (Locri, 1970), ha scritto dodici libri. E' dottore di ricerca in filosofia politica e giornalista pubblicista. Dirige la collana di testi filosofici "Erremme" per la casa Editrice Disoblio Edizioni. Dirige le tavole rotonde di filosofia del Centro Internazionale Scrittori della Calabria.

Posted On febbraio 17, 2019By Gianfranco CordìIn Culture Club

La soglia

Varcare la soglia. Passare oltre la soglia. Attraversare la soglia. Nella coscienza (nella mente umana) c’è una soglia. Tutto quello che è cosciente è separato dall’inconscio. L’inconscio non ha attraversato la soglia della coscienza… Ma lasciamo stare la psicologia. La soglia è un termine del discorso filosofico molto particolare. Si tratta di un termine che stabilisce una porta, un’entrata, un uscio. La finestra che porta al di fuori di qualcosa. L’entrata che ci fa essere in un altro posto. Da luogo a luogo si passa attraverso la soglia. Che èRead More

Posted On febbraio 12, 2019By Gianfranco CordìIn Words

Le mancanze della politica

L’assetto è molto importante. L’assetto è lo stato di cose che si presenta davanti agli occhi di un’indagine accurata. Qual è l’’assetto politico italiano oggi? Si tratta, in definitiva, di un assetto multipolare. La realtà politica italiana non ha molti volti ma ha molte facce. La multipolarità non è semplicemente partitica o di coalizione. Si tratta di un fenomeno politico che riguarda non tanto la consistenza magari elettorale dei singoli schieramenti quanto le molte facce della politica. Sovranismo, populismo, crisi del Pd, mancanza di una seria alternativa a sinistra, sopravvivenzaRead More

Posted On febbraio 4, 2019By Gianfranco CordìIn Words

Mappa del cambiamento

Mondo globale. C’è chi sta veramente bene e c’è chi sta veramente male. Dumping Dump. Donald Trump. Ma in Cina questi dazi in azione, hanno bloccato veramente la globalizzazione? Eppure McDonald’s ha aperto pure a Gioia Tauro. Urbano Cairo. Carlo De Benedetti. Papa Francesco e tutti i suoi benedettini benedetti. Digital divide come Bonny & Clyde. Mondo globale. E chi sta male? Sta male Lady Gaga? O Raul Bova? Oppure sta male qualcuno che fugge dalle guerre ma i porti chiusi trova… Bellocchio: «I pugni chiusi». Usi e riusi. SiRead More

Posted On febbraio 2, 2019By Gianfranco CordìIn Culture Club

Diseguaglianze

Diseguaglianze. Ovvero: chi ha e chi non ha. Dal punto di vista economico è questa la diseguaglianza più appariscente. Ovvero, dal punto di vista esistenziale: chi è e chi non è. Chi è qualcuno e chi non è nessuno. Ovvero ancora: diseguaglianze tra chi appare in un modo e chi appare in un altro. Questo dal punto di vista della società. Di fronte alle diseguaglianze ci si pone sempre il problema di come fare a far sì che queste diseguaglianze spariscano, a come ottenere l’eguaglianza. Eguaglianza delle condizioni: ciascuno deveRead More

Posted On gennaio 29, 2019By Gianfranco CordìIn Culture Club

Sostiene Brancatisano

C’è un romanzo di Antonio Tabucchi che si chiama Sostiene Pereira. Esso racconta la storia di un certo dottor Pereira che, da umile giornalista, si trasforma in eroe. Questo che cosa vuol dire? Pereira è un uomo anziano (anche Brancatisano lo è, oggi), ridotto a trascorrere le sue serate a dialogare col ritratto della moglie defunta, ormai del tutto privo di un ideale o di un motivo consistente per il quale vivere. Ma, a un certo punto, dentro di lui (nel suo animo) entra la passione. Quella cosa che primaRead More

Posted On gennaio 11, 2019By Gianfranco CordìIn Words

Elenco dei nuovi populismi

Il concetto di rappresentanza in politica ha un senso molto generale. In linea teorica e in senso molto largo rappresentanza è quel determinato meccanismo politico per il quale una persona non agisce in nome e per conto suo, ma nella vece e nell’interesse di altri (della collettività). Ovvero: si ha rappresentanza quando la trasmissione formale del potere tra la totalità degli individui (il popolo, dal latino populus equivalente al greco demos) e chi è legittimato da costoro a dare forma al potere politico avviene nel libero gioco democratico. Una democraziaRead More

Posted On dicembre 27, 2018By Gianfranco CordìIn Culture Club

La fine e l’inizio (imene esistenziale)

1. Il capo, l’orlo, il bordo. Ma anche il limes degli antichi romani, il limite, la frontiera americana. Ma anche l’estremo, il confine, la cima, l’ultimo. L’eschaton. Il margine, la fine… La punta, l’orizzonte, la riva, i fini, gli scopi… Ma anche il telos, il contorno, la possibilità del limite: il limite è una possibilità! Fino a un certo punto: quel certo punto è il capo. La prua. La punta fallica. Il gradino. La figura prodiera. Il becco. La piuma. Il guardiano. Il farsi carico del fare strada… Fare laRead More

Posted On dicembre 20, 2018By Gianfranco CordìIn Words

Tolleranza, le cose come stanno

«Non cercate di turbare i cuori, e tutti i cuori saranno vostri» afferma Voltaire nel suo Trattato sulla tolleranza (Editori Riuniti, 1970). Abbiamo tanti modi per dirla: generosità, compassione, mitezza, carità, beneficenza, clemenza, equità, umanità, rispetto, vicendevole aiuto e mettersi d’accordo l’un l’altro. In una parola: tolleranza. Afferma Dario Antiseri nella sua Premessa alla seconda edizione de La società aperta e i suoi nemici di Karl Popper (Armando, 20022): «La società aperta è aperta a più scelte di valori, a più visioni filosofiche del mondo e a più fedi religiose,Read More
Supercazzole. Bisogna «Gettar luce su enti meno rilevanti ma ubiqui nello spazio e nel tempo». La supercazzola, gli ircocervi, gli unicorni, gli ornitorinchi «rimettendo ad altra occasione l’indagine sulle lunghissime unghie di Gilles Deleuze o sull’età del cucco, o sulle squame dei pesci, che i Sofisti portavano ad esempio per confutare Platone (ci saranno idee anche di quelle?)». Con questo intento Maurizio Ferraris scrive Intorno agli unicorni. Supercazzole, ornitorinchi e icrocervi (Il Mulino, 2018). In fondo «Di ciò di cui non si può parlare con totale certezza filosofica è lecitoRead More

Posted On novembre 27, 2018By Gianfranco CordìIn Words

La promessa del PD

Alla segreteria del Pd ci sono alcune candidature certe: quella di Nicola Zingaretti che Paolo Gentiloni, appoggiandola, ha definito «coraggiosa» e una vera «novità»; quella di Martina che sta organizzando iniziative a più non posso; quella di Minniti che un po’ sottotono sta girando molte tv e incassando preferenze da molti notabili di partito, anche e livello locale. Quindi  quale sarà la strada di questo nuovo Pd? C’è la necessità di nuove scelte che naturalmente dovranno essere «coraggiose» e che dovranno essere delle vere «novità». Serve una strada per orientarsiRead More