All posts by Gianfranco Cordì

Gianfranco Cordì

Gianfranco Cordì (Locri, 1970), ha scritto dodici libri. E' dottore di ricerca in filosofia politica e giornalista pubblicista. Dirige la collana di testi filosofici "Erremme" per la casa Editrice Disoblio Edizioni. Dirige le tavole rotonde di filosofia del Centro Internazionale Scrittori della Calabria.

Posted On maggio 7, 2020By Gianfranco CordìIn Words

Coronavirus e sesso

Franca Fruzzetti, dell’Ospedale Universitario Santa Chiara di Pisa, e Presidente SIC, interpellata dal Messaggero,ha spiegato le modalità di trasmissione del virus in relazione all’attività sessuale. Intanto un punto resta impregiudicato: la fonte del contagio, per la maggior parte, rimane la saliva (sotto forma di goccioline) e le secrezioni delle vie aeree superiori. Ma questo lo sapevamo. In più, in relazione all’attività sessuale, sappiamo, dice la dottoressa, che «Il bacio è ben più pericoloso del rapporto in sé e per sé». È chiaro che il bacio procura una vicinanza, fra l’uomoRead More

Posted On maggio 5, 2020By Gianfranco CordìIn Words

Lunga estate al coronavirus

Due mesi di lockdown ed è tempo di fare bilanci pensando all’estate. Ci viene da chiedere: l’estate sarà nemica del virus o lo agevolerà? La scienza ha scoperto che il Covid-19 si sviluppa a «temperature basse» in maniera più rapida. La sua «diffusione» è avvenuta da est a ovest di una specifica fascia climatica (in cui si trovano Cina, Europa e Stati Uniti). Si è trattato di un lavoro di confronto dei dati (provenienti da tutto il mondo) che è riuscito a portare alla luce delle evidenze sperimentali che confermanoRead More

Posted On maggio 2, 2020By Gianfranco CordìIn Words

C’era una volta il lavoro

Festa del lavoro. E del riposo dal lavoro. Che festa è? Che festa è stata? Il lavoro ormai è a termine. C’erano i Co.Co.Co., Co.Co.Pro., voucher; ci sono lavori interinali, contratti stagionali, prestazioni occasionali, contratti a tempo determinato. In una parola il lavoro è precario. Quindi festeggiare il lavoro vuole dire festeggiare la precarietà: il precariato; il transitorio, il transeunte, il transito da un contratto che dura poco (pochi mesi, pochi anni) a un contratto che, forse, dura ancora meno. Inutile stare a riflettere e pensare di chi sono leRead More

Posted On aprile 29, 2020By Gianfranco CordìIn Culture Club

La memoria dopo il 25 aprile

Sergio Mattarella in occasione del 75° anniversario della Liberazione ha pronunciato un discorso, partendo da una constatazione di tipo storico. Ovvero ha evidenziato “la sconfitta del nazifascismo”. Ha detto che è avvenuta soprattutto grazie agli americani, ai quali dobbiamo eterna riconoscenza, rispetto e stima. È vero che gli alleati sono stati supportati dalle forze dell’Unione Sovietica e dagli altri alleati, ma durante il periodo dello sbandamento sono stati soprattutto gli americani a “liberare” l’Italia e a renderla finalmente un Paese civile, libero e adatto al Novecento. Mattarella ne ha concluso:Read More

Posted On aprile 24, 2020By Gianfranco CordìIn Words

Dal 4 maggio attenti alle metrature…

Mancano pochi giorni alla «Fase 2» ed è tempo di fare un bilancio. Oltre il 4 maggio il blocco dell’Italia non può andare avanti: c’è il rischio di un serio default economico. Vittorio Colao e i suoi uomini hanno dato l’OK all’inizio della messa in atto della seconda fase di contenimento del virus. Il Governatore della Regione Veneto Zaia ha detto: «Noi siamo pronti, è che non abbiamo la potestà giuridica. Se potessi fare delle ordinanze provvederei con tutte le sicurezze del caso». Soprattutto nelle filiere produttive della manifattura eRead More

Posted On aprile 23, 2020By Gianfranco CordìIn Words

Fase 2 a normalità-vigilata

Il rapporto del PIL globale (del Pianeta) col Fondo Monetario Internazionale è quel numero che esprime la crescita. In questi giorni questo rapporto è stato dato a meno 9,1%. Il Pianeta dovrebbe essere in stato di recessione. Dicesi recessione una qualsiasi flessione dell’attività economica. In sostanza la circolazione di beni, merci e servizi, nella globalizzazione, avrebbe rallentato. E questo a causa del Covid-19! Intanto il Viminale ha fatto sapere – nella persona del Ministro Lamorgese – che ci sono rischi concreti di “rivolta sociale”. E ciò è facilmente spiegabile. Infatti,Read More

Posted On aprile 20, 2020By Gianfranco CordìIn Words

Colao, portaci alla fase 2

Ho appreso da Disma Marino che il tempo storico dell’avvento del marxismo si suddivide in fasi. C’è la prima fase che è quella della lotta di classe e della conquista del Potere. Poi c’è la “fase di transizione” (nella quale i comunisti tenteranno di ideare delle istituzioni) e poi c’è la terza fase che è quella del comunismo. Ma naturalmente queste tre «fasi» si possono far riverberare anche nel tempo storico attuale: c’è una prima fase (rispetto a un’idea: l’idea di Stato liberale, ad esempio), poi c’è una seconda faseRead More

Posted On aprile 8, 2020By Gianfranco CordìIn Words

Pure Cacciari è preoccupato…

Qualche giorno fa leggo su Libero un articolo-intervista di Francesco Specchia a Massimo Cacciari, definito “vivido intellettuale”. E fin qui siamo d’accordo. O meglio saremmo d’accordo che uscisse fuori Bruno Vespa e ci spiegasse che cos’è un “intellettuale” e chi sono in Italia gli unici “intellettuali”. Poi Specchia definisce il filosofo di Venezia “coscienza (molto) critica” della sinistra. Quale sinistra? A cosa si sta riferendo Specchia? Si riferisce alla sinistra hegeliana oppure alla sinistra di Forza Italia? Mah! Cacciari dice alcune cose sulle quali vale la pena riflettere. Intanto cheRead More

Posted On aprile 1, 2020By Gianfranco CordìIn Words

Marx e Covid-19, letterina agli “intellettuali”

Karl Marx non è stato soltanto un filosofo; è stato anche un lucido analista della società. Ovviamente della società a lui contemporanea. Ma le sue analisi hanno resistito, nel corso del tempo, perché il tessuto sociale (rispetto al 1800) ha manifestato gli stessi elementi di valutazione. Non voglio dire certamente che il marxismo sia, in toto, applicabile alla società attuale. E non voglio dire che le cose non sono cambiate rispetto al 1800. Certo che sono cambiate. Voglio semplicemente dire che quella «coesione» sociale che manifestava il tessuto politico del secoloRead More

Posted On luglio 12, 2019By Gianfranco CordìIn Culture Club

Medicina e filosofia. Intervista a Umberto Curi

A pagina 28 del suo libro “Le parole della cura. Medicina e filosofia” (Raffaello Cortina Editore) scrive che: «Affidato alle cure di un personaggio doppio, metà uomo e metà cavallo, Asclepio apprende i segreti di un’arte – quella medica – intrinsecamente ambivalente, perché capace insieme di salvare la vita e di procurare la morte… Di qui la funzione sempre e comunque ambivalente della stessa techne medica, la quale, come peraltro qualunque altra techne , non può giovare senza insieme nuocere, come il pharmakon di cui si serve, un veleno cheRead More