20 Aprile 2024
WebFood

Consigli dietetici per arrivare preparati a Natale

Chi è a dieta o chi in generale si sforza di mantenere un’alimentazione sana ed equilibrata durante l’anno sa bene che il mese di dicembre rappresenta una prova non facile da superare. Infatti, ciò che spesso mette a dura prova le bilance non è tanto il natale in sè, quanto i giorni che lo precedono e che lo seguono.  Questo periodo è ricco di eventi, cene, incontri nei quali cibo, dolci e alcool abbondano e spesso è difficile controllarsi e dire di no.

Per quanto sia giusto godersi questi momenti di convivialità, è importante anche non lasciarsi troppo andare, specialmente se seguiamo una dieta per motivi di salute. Ecco dunque alcuni consigli che potrebbero tornarvi utili in questi giorni, per potervi godere pranzi e cene di Natale senza troppi sensi di colpa.

Arrivare preparati: Da una parte è giusto limitarsi, dall’altra è importante goderci questo periodo dell’anno. Secondo Andrea Ghiselli (dirigente di ricerca dell’Inran) “la regola è che bisognerebbe stare attenti alla propria alimentazione da Capodanno a Natale e non da Natale a Capodanno”. In questo modo, infatti, piccoli “sgarri” nell’alimentazione quotidiana soddisfano la mente e non influenzano la salute. Se ci si è presi cura della nostra alimentazione durante l’anno, qualche eccesso nel periodo di Natale sarà facilmente recuperato non appena le feste finiranno. Allo stesso tempo è importante non esagerare, ad esempio se non siamo abituati a mangiare dolci e/o bere alcolici non ha senso abusarne in questo periodo e se ci sentiamo sazi è giusto fermarci. Il corpo è assolutamente in grado di reagire a un piccolo aumento dell’apporto calorico e se vi sarà comunque un aumento del peso corporeo, questo verrà recuperato alla fine delle feste. Allo stesso tempo è importante non eccedere troppo (e per troppo tempo) rispetto a quelle che sono le normali abitudini alimentari, quindi se abbiamo esagerato a una cena è importante il giorno dopo tornare alla routine.

Fate delle scelte: Le cene aziendali, o le classiche cene di Natale fra amici, sono un obbligo a cui è difficile sottrarsi. A volte però possiamo ritrovarci ad avere anche 4-5 inviti in una settimana. Allora cosa fare in questi casi? Ricordiamoci che si può mangiare bene anche fuori casa, l’importante è scegliere i piatti giusti. Non appena vi sedete a tavola allontanate i cestini di pane e concentratevi sul menù: troverete sicuramente un piatto sfizioso che non ecceda in calorie. Preferite il pesce alla carne, solitamente i piatti di pesce sono più leggeri e in questo modo potrete godervi due portate. Scegliete un antipasto (es tartare, carpaccio etc.) e un secondo piatto (pesce al forno, al cartoccio, al vapore etc.) accompagnato da un bel contorno di verdure e da un bocconcino di pane. Se preferite la carne evitate pane, salumi e formaggi e optate per un filetto cotto alla griglia accompagnato da un contorno di patate al forno. Se non riuscite a rinunciare al primo preferite una pasta con sugo di verdure (es pasta con puntarelle o broccoli) o di pesce (es pasta con le vongole), evitate il secondo, il pane e le patate e finite il pasto con un contorno di verdure e una macedonia. Evitate i dolci in ogni caso.

Attenzione agli aperitivi: Se avete paura di non riuscire a trattenervi evitate gli aperitivi che precedono le cene. In queste situazioni infatti, fra alcolici e stuzzichini, ingeriamo le calorie di una nostra normale cena casalinga (solo un drink alcolico alla frutta e una ciotolina di olive possono arrivare a 500 Kcal). Se proprio non potete farne a meno o se pensate di riuscire a rinunciare al buffet, come alcolici preferite sempre un bicchiere di vino o di prosecco al classico cocktail e state alla larga da patatine, tramezzini e stuzzichini come arachidi, pistacchi e salatini. Accompagnate il vino con le verdure del pinzimonio e fatevi portare dell’acqua frizzante, vi aiuterà a saziarvi e a sentire meno il bisogno di accompagnare l’alcool con del cibo.

Mai saltare lo spuntino: In questi giorni è ancora più importante fare gli spuntini a metà mattina e a metà pomeriggio. Arrivate a cena o a pranzo senza essere a digiuno da troppe ore, vi basterà mangiare un frutto, uno yogurt, una barretta ipocalorica, della frutta secca. In questo modo arriverete molto meno affamati ai pasti e riuscirete senza sforzi a rinunciare agli “eccessi” come il pane, gli stuzzichini e i grissini portati prima delle portate principali.

In cucina decidi tu: Dovete dare voi stessi una cena o state pensando al menù di natale? Optate per un menù gustoso ma equilibrato. Limitate il burro e usate l’olio nelle giusti dosi (e soprattutto a crudo). Cercate di selezionare i cibi più appetitosi e al contempo magri: il pesce ad esempio, e le verdure di stagione costituiscono un’ottima base per una cena gustosa e non troppo calorica. Chiaramente è importante non appesantire il piatto con condimenti e salse pesanti (come panna, maionese etc.). Scegliete materie prime e ingredienti di prima qualità, il sapore sarà così buono che non sarà necessario fare troppe aggiunte al piatto.

La regola d’oro è il movimento: Passare le giornate in casa avvolti da una copertina aspettando il momento di uscire a cena non è sicuramente la scelta più giusta. Uscite, fate delle belle passeggiate, prendete la bicicletta, portate più volte fuori il cane, prendete le scale invece che l’ascensore, accompagnate al parco giochi i vostri bambini. In questo periodo compensare l’introduzione delle calorie extra con un pò di attività fisica in più è la formula magica per scacciare ogni senso di colpa. Provate, vi sentirete di sicuro meglio.