30 Maggio 2024
Movie

Profili: TOSHIRO MIFUNE

Il piu’grande e prolifico attore del cinema estremo-orientale, con al suo attivo oltre 150 film, nacque cento anni fa, l’1 aprile 1920, a Qingdao nella Cina allora giapponese, da famiglia giapponese cristiana metodista. Dopo essere stato arruolato come fotografo di guerra nell’aviazione giapponese, attraverso le sue competenze di fotografo e poi di cameraman entro’in contatto con gli ambienti del cinema. Dal 1948 al 1965 giro’ da protagonista numerosi film con uno dei maestri della storia della settima arte, Akira Kurosawa, rimasto impressionato dall’energia esplosiva del giovane durante un provino per aspiranti attori, la sua capacita’ (che non perse mai) di trasmettere vividamente le emozioni della maschera rappresentata, la sensazione che possedesse una sorta di potenza psico-fisica superiore: ed ecco Mifune protagonista di lavori epici come L’angelo ubriaco, Rashomon (Leone d’oro a Venezia 1951), I sette samurai, Il trono di sangue. Ma recito’anche con Yamamoto, Inagaki, Mizoguchi (nel capolavoro Vita di O’Haru – donna galante, 1952), Kobayashi, Honda. La sua attivita’ in quel lungo periodo fu frenetica. Ebbe come collega in decine di film un altro attore famoso in Giappone, Takashi Shimura. Il ruolo del samurai fu da lui rivestito a piu’riprese tanto da divenirne l’emblema anche per le platee occidentali (si veda l’articolo di Adam Charles, 2016: [https://filmschoolrejects.com/the-essential-samurai-films-of-toshiro-mifune-b238a18cac16/]) cosi’ come interpreto’ varie volte il ruolo dello yakuza (esponente della criminalita’ organizzata nipponica). A meta’ anni Sessanta si incrinarono i rapporti con Kurosawa ma il successo di Mifune era ormai inarrestabile, anche con la partecipazione a alcune – non molte – produzioni occidentali, talvolta molto commerciali, o persino inguardabili, di John Boorman, Terence Young, John Frankenheimer e l’italiano Tonino Valeri (Sicilian connection, 1987). Tra i meno peggio, 1941: allarme a Hollywood di Spielberg, 1979. Produsse e diresse un unico film, rimasto praticamente sconosciuto, Gojuman-nin no isan, 1963. Mifune e’ morto il giorno di Natale del 1997.

Giovanni A. Cecconi

Professore di storia romana e di altri insegnamenti di antichistica all'università di Firenze. Da sempre appassionato di cinema, è da molti anni attivo come blogger su alleo.it per recensioni, riflessioni, schede informative, e ricordi di attori e registi. È stato collaboratore di Agenzia Radicale online e di Blog Taormina. Ama il calcio, si occupa di politica e gioca a scacchi, praticati (un tempo lontano) a livello agonistico, col titolo di Maestro FIDE.