Different Category

Posted On giugno 15, 2019By Guelfo GuelfiIn Different

La fede

L’altra sera guardavo la tv da letto, mentre aspettavo Stella che per lavoro era andata a Milano, e mi sono accorto di aver perso la fede. Non c’era più. Ammetto di avere il vizio di giocarci con la fede: la sfilo, la infilo, gli cambio dito e poi la rimetto al suo posto nell’anulare sinistro. Ma non c’era più. Dove vuoi che sia, mi dicevo. E intanto la cercavo. Ma niente. Avevo perso la Fede. Metafora intrigante. Ora il mio amico Luca Lotti è l’utile sulla bocca di tutti. QuestaRead More

Posted On giugno 5, 2019By Guelfo GuelfiIn Different

Tagliarsi le unghie?

Se vi dicessi tutto e il contrario di tutto voi non ve ne accorgereste nemmeno. Siamo messi così. Vorremmo che cadesse e temiamo che cada, questo governo. Vorremmo che finisse e temiamo che finisca, questa legislatura. Va da se che c’è un ampio schieramento trasversale che non vuole (di nascosto) che cada e va dicendo che il peggio potrebbe farsi strada, proprio mentre loro lasciano la posizione acquisita. Che poi non è ‘sto gran bel stare, e nemmeno ‘sto gran bel vedere, ma sempre meglio che lavorare è. Questo perRead More

Posted On maggio 21, 2019By Guelfo GuelfiIn Different

Abbracci a Nanni Balestrini

Se capita di essere vivaci capita anche che durante lo scorrere dei tuoi giorni tu ne combini di tutti i colori, tu ne pensi diverse, tu ti congratuli con te stesso, oppure ti dispiaccia per quella perdita di (lucidità ?)- direte voi – no di dignità, direi io. Infatti fui contro la libera espressione del voto: lo Stato borghese si abbatte e non si cambia. Più che l’astensione mi attraeva il sabotaggio, annullare il voto incollando la scheda. Scrivendo frasi del repertorio delirante di cui disponevamo. Indimenticabile fu chi scrisse:Read More

Posted On aprile 17, 2019By Guelfo GuelfiIn Different

Nostra Signora del fuoco

Non mi pare ci si renda conto abbastanza del danno, non trovo nessuno che si ponga la domanda: che fine ha fatto Quasimodo? Le fiamme lo hanno sorpreso nel sonno? Aveva da tempo abbandonato la cattedrale per vivere con i proventi del successo a Aix-en- Provence? Prima o poi lo verremo a sapere. Intanto la guglia che cade mangiata dal fuoco tiene tutti legati a quell’attimo, i media lo rimandano come un ansimare. Ora non c’è più. La rifaremo la chiesa, non sarebbe la prima volta. Non sarà più quellaRead More

Posted On marzo 28, 2019By Guelfo GuelfiIn Different

Smentitemi, vi prego!

Facciamo una stima: quanti si accorgeranno che noi di sinistra stiamo tornando insieme? Tutti insieme. Tristi cronici e ottimisti a palla. Di questo si parla in giro? Che ce l’abbiamo fatta si vedrà bene dalla cronaca politica: da quel momento riprenderà a parlare di noi, delle nostre opinioni, differenti e opposte, fotografandoci il viso fiero e smorto. Quanti? Si dice che caleremo ancora, che lasceremo seggi, che sbraiteremo ai lati, ma ormai nemmeno più di tanto. Stiamo uscendo dalla storia. Il futuro? Noi (finiti sotto le macerie) non riusciamo più a parlarne. Che voleteRead More

Posted On marzo 4, 2019By Guelfo GuelfiIn Different

Il moccolo

– Scusi è qui che si bestemmia ? – No, veramente né qui né altrove si bestemmia, ma che dice? – Niente, che vuole che dica: ho bisogno davvero di schiacciare un moccolo. Ma si rende conto delle botte che si piglia facendo finta di non esserci nemmeno stati. Una meteora spenta è una sassata che se ti prende in pieno, fa male. Si ha un bel dire qualsiasi cosa si dica, il fatto è che la pietra tombale su l’esperienza più ardita è più efficace della storia del nostroRead More

Posted On febbraio 25, 2019By Guelfo GuelfiIn Different

ECA e Boccalino

Si chiamava Eca, Ente Comunale Assistenza, rilasciava un libretto nominale che il Comune, appunto, intestava ai più bisognosi. Poche lire per consentire ai poveri di fare la spesa, di portare a casa qualcosa da mangiare. La stagione era di quelle che faceva gola tutto. Due lire per bere un amaro, per un pacchetto di Nazionali senza filtro e per un po’ di pane, qualche carciofo, un cesto d’insalata. C’erano anche quelli che passavano la mattinata a guardare il pesce sul banco in Piazza. Il pesce spada troneggiava in alto aRead More

Posted On febbraio 19, 2019By Guelfo GuelfiIn Different

Le rondini di sinistra

Non è più proprio così, ma una volta al Nord faceva un freddo boia. Con i suoi brividi, con il suo fascino. Belle le ragazze del nord quando, entrate in un locale, si toglievano prima il cappello di lana poi la sciarpa, poi il primo maglione, e si passavano le dita tra i capelli per ordinarli all’indietro e appuntarli con quel che capita: una matita, un elastico… Nei giorni scorsi a Berlino si prendeva il primo sole, lungo il canale che taglia Kreuzberg. I salici si sono colorati di unRead More

Posted On febbraio 18, 2019By Guelfo GuelfiIn Different

Venghino, venghino

Forse non dovremmo farci più caso, ma facciamo schifo più che paura. Oggi lunedì 18 la piattaforma Rousseau invita a rispondere al quiz sul rinvio a giudizio di un vice premier e ministro dell’Interno. Più del merito conta la forma: il voto di parlamentari, sottratto alla responsabilità che sarebbe loro propria, è affidato al gioco delle tre carte. Asso vince. Arriva la polizia il capannello si scioglie. Chi scappa da un lato, chi scappa dall’altro. La regola democratica accartocciata è presa dal vento e portata chissà dove.Read More

Posted On febbraio 11, 2019By Guelfo GuelfiIn Different

Abruzzo al vuoto…

Il numero trascurato: poiché non conta, non serve, è il 47% dei non votanti per un motivo o per un altro. Per motivi vari, indipendenti gli uni dagli altri. Anche in Abruzzo è andata così. Nella metà del bozzo che partecipa ancora ha prevalso il centro destra premiando un signore – Marco Marsilio – Fratello d’Italia; il PD sbianca e il centrosinistra si sente rinvigorito da un 30% superato tutti insieme. C’è anche Di Pietro con lo 0,9%. Ma la metà degli aventi diritto non ha votato e uno siRead More