Words Category

Posted On maggio 23, 2022By Rassegna ItalianaIn Words

Falcone: il cronista che arrivò per primo a Capaci

23 maggio 1992. Una giornata afosa a Palermo, preannuncio d’estate. Tutti ricordano quel sabato maledetto e cosa stavano facendo. Io ero di turno nella redazione insieme al collega Franco Viviano. Giornata tranquilla, poche e di routine le notizie da Palermo: il 45/esimo anniversario della prima seduta dell’Assemblea Regionale Siciliana; l’assalto di una banda di rapinatori all’abitazione di una coppia di coniugi. Sulle reti ANSA scorrono invece da Roma le cronache politiche relative alle trattative tra i partiti per l’elezione del Capo dello Stato. La notizia che avrebbe cambiato di colpoRead More

Posted On aprile 25, 2022By Rassegna ItalianaIn Words

Musk compra Twitter

Twitter dice ‘sì’ a Elon Musk. In un radicale voltafaccia il consiglio di amministrazione della società che cinguetta accetta l’offerta dal valore di 44 miliardi di dollari del patron di Tesla, in quello che è uno dei maggiore leverage buyout, acquisto anche attraverso il debito, di una società quotata. Con l’accordo atteso chiudersi entro il 2022, Twitter si appresta a lasciare Wall Street e diventare un società privata interamente controllata dal miliardario visionario. Con l’acquisizione di Twitter l’uomo più ricco del mondo mette le mani su uno dei social più influenti promettendo di farne la piattaforma della libertà di parolaRead More

Posted On aprile 24, 2022By Rassegna ItalianaIn Words

Suslov, doppio scenario ucraino

«Al Cremlino ci sono attualmente due scuole di pensiero e il presidente non ha ancora scelto. La prima, che definirei massimalista, dice che occorre infliggere una sconfitta pesante all’Ucraina nel Donbass e poi occupare la restante parte meridionale del Paese, incluse Odessa e Nicolaev, tagliandone l’accesso al mare e stabilendo una connessione diretta con la Transnistria, dove c’è anche un’altra popolazione russofona oppressa. La seconda scuola, alla quale appartengo, obietta che questo richiederebbe molte più risorse, prolungherebbe la guerra e renderebbe più difficile per l’Ucraina e l’Occidente accettare l’occupazione russaRead More

Posted On aprile 9, 2022By Marco GiaconiIn Words

Il grande gioco dell’Ucraina

A primavera del 2014, la rivista “Affari Esteri” pubblicò un numero speciale in cui larga parte delle pagine era dedicata al tema dell’Ucraina. Gli articoli di quel numero 174 della rivista erano scritti da molti protagonisti vecchi e nuovi della politica internazionale come Giorgio Napolitano, Barack Obama, Federica Mogherini, Henry Kissinger, Bernard-Henry Lévy, Daisaku Ikeda e altri. In quel numero scrisse un articolo anche l’amico Marco Giaconi che collaborava dal 1993 alla prestigiosa rivista italiana e che faceva parte del Comitato “amici della rivista”. Marco Giaconi è stato un analistaRead More

Posted On aprile 6, 2022By Niccolò RinaldiIn Words

Il ritardo dell’Europa

Vi sono due processi paralleli in corso a Bruxelles. Il primo riguarda l’agenda transatlantica, l’altro l’agenda delle riforme UE. Godono di fortuna diversa, anche in termini di visibilità, e non vanno di pari passo. Come prevedibile, nella sua tappa bruxellese il presidente Biden è stato accolto e si è comportato da “kingplayer”. In due giorni ben tre vertici che sono stati un corpo unico, tre atti dello stesso dramma, con personaggi abituati a interpretare il ruolo di primo attore che hanno dovuto lasciare spazio al ritorno dell’America e di quelloRead More

Posted On marzo 20, 2022By Alessandro AgostinelliIn Words

Il grande dittatore. La guerra dell’informazione

Nel 1940 usciva al cinema Il grande dittatore di Charlie Chaplin. Nell’inno alla pace finale il piccolo ebreo, sosia al posto del dittatore, dice: “pensiamo troppo e sentiamo troppo poco”. Aveva ragione. Ma oggi che sono passati 82 anni da quel film non possiamo sostenere la stessa cosa. Il film resta uno dei  capolavori di Chaplin, tuttavia la frase appare irrimediabilmente datata. Oggi, nell’epoca dell’empatia sembra proprio il contrario: sentiamo troppo e pensiamo poco. Basta affacciarsi a un qualunque telegiornale per sentire soltanto storie individuali e quanti fiotti di sangue sono sgorgati inRead More

Posted On marzo 13, 2022By Rassegna ItalianaIn Words

Raid aerei russi e sviluppi della guerra

>ANSA-TEMPO REALE/Raid aerei russi vicino a confine con Polonia Colpita la base di Ivano-Frankivsk nell’Ucraina occidentale Le truppe russe hanno lanciato numerosi attacchi aerei su un campo di addestramento militare fuori dalla città ucraina di Leopoli, vicino al confine con la Polonia, ha detto un funzionario locale. La Russia “ha lanciato un attacco aereo contro il Centro internazionale per il mantenimento della pace e la sicurezza”, a circa 40 chilometri a nordovest di Leopoli, ha specificato sulla sua pagina Facebook il capo dell’amministrazione regionale Maxim Kozitsky, aggiungendo che sono stati lanciati otto missili. Le forze armate russe hannoRead More

Posted On marzo 8, 2022By Rassegna ItalianaIn Words

Cosa vuole Mosca

Il tavolo resta aperto. Ucraina e Russia continueranno a parlare. Ancora in Bielorussia e «nel brevissimo futuro» secondo la delegazione del Cremlino. «La data esatta potrà essere definita domani». Ma è questa l’unica buona notizia del terzo round di negoziati tra Mosca e Kiev. I bombardamenti russi non solo non si interrompono, ma su Kiev e sul Mar Nero si fanno anche più intensi. Ieri notte forti esplosioni hanno scosso Odessa. Mentre a Kharkiv un impianto di ricerca nucleare che produce radioisotopi per scopi medici e industriali è stato danneggiatoRead More

Posted On marzo 7, 2022By Rassegna ItalianaIn Words

No Russia, no gas

Dal 2000 in poi Vladimir Putin ha sempre utilizzato il gas come leva politica nelle crisi ucraine, ma il taglio totale delle forniture russe all’Europa è un’ipotesi che non è mai stata presa seriamente in considerazione, neppure negli scenari più catastrofici. Il gas si è sempre spostato senza problemi dalla Siberia verso Occidente, attraverso l’Ucraina, la Bielorussia, il Mar Baltico, il Mar Nero e con le navi metaniere, mentre i dollari e gli euro sono andati in direzione inversa. Negli ultimi vent’anni c’è stato un calo del 10% dei consumiRead More

Posted On marzo 5, 2022By Olga KamenevaIn Words

Sono russa, non sono Putin

La guerra ha sconvolto le nostre vite, ha fatto uscire tante lacrime, ha spaventato russi e ucraini, ha tolto le speranze di un futuro amichevole insieme. Sono una donna, una madre, una professoressa. Mi sento un mollusco, una briciola di fronte a questa decisione crudele presa nelle alte sfere del governo russo. Ma evidentemente – secondo una parte consistente di “occidentali” – essendo russa merito di essere punita per questo. Vivo in Italia da tanti anni. Qui ho la mia famiglia. Oggi i voli aerei verso la città russa dove abitano ancoraRead More