Words Category

Posted On luglio 13, 2020By Marco GiaconiIn Words

Recovery Fund: balletti e incompetenze

A maggio scorso Francia e Germania hanno elaborato una prima proposta per un Recovery Fund da 500 miliardi di euro (per il periodo 2021-2027) con la Commissione che presta denaro ai Paesi UE, a nome dell’Unione, e con una piena mutualizzazione del debito. Il Quadro Finanziario dell’Unione (che va adottato all’unanimità da tutti i Paesi membri e comunque non è stato ancora votato) prevede un finanziamento complessivo per 1.279 miliardi a prezzi correnti, ovvero l’1,1% del Pil attuale dell’Unione. In questo conto ci sarebbe da risolvere anche la ormai annosaRead More

Posted On luglio 6, 2020By Marco GiaconiIn Words

Crisi della Magistratura

La contabilità di Mani Pulite dimostra il suo fallimento: 4520 persone indagate a Milano, 3200 richieste di rinvio a giudizio, con 1320 atti trasmessi successivamente ad altre Autorità Giudiziarie. Delle 3200 persone giudicate a Milano, ci furono poi 620 condanne e patteggiamenti del Gip, 635 proscioglimenti del Gip, ma delle 1322 rinviate a giudizio, si ebbero 661 condanne e patteggiamenti del Gip e infine 476 assoluzioni, e pensare che nel 2003 c’erano ancora 117 casi pendenti. In totale, su 4520 persone finite nelle mani del pool, e su 3200 rinviatiRead More

Posted On giugno 22, 2020By Marco GiaconiIn Words

5S, Venezuela e una valigetta

Ogni “regime” ha la sua proiezione all’estero, visibile o occulta. La storia della presunta valigetta con 3,5 milioni di dollari ceduta dal regime di Maduro al Movimento 5 Stelle ha dei tratti favolistici, ma non totalmente inverosimili. Molti Paesi aiutano loro amici e corrispondenti politici che operano all’estero. Si chiamano, di solito, “agenti di influenza” e ormai rappresentano spesso la maggioranza delle classi politiche europee. Sarkozy (prima di decidere di farlo fuori) si fece prestare milioni di dollari da Gheddafi, sempre per la solita “campagna elettorale”. Negli anni ’90, iRead More

Posted On giugno 14, 2020By Marco GiaconiIn Words

Piano Colao: dategli champagne…

Ho partecipato ad almeno quindici convegni negli ultimi anni, in cui si dicevano le cose che ho letto nel Piano Colao. Non per questo, ovviamente, si tratta di errori o di indicazioni fuori luogo. Solo che, da vecchio leopardiano, sono poco incline alle “magnifiche sorti e progressive” preconizzate proprio dal cugino di Giacomo, Terenzio Mamiani. Vediamo meglio. Produttività nazionale In primo luogo, nel testo della Commissione Colao c’è la scarsa produttività italiana. Vero. La produttività italiana cresce oggi dello 0,3% medio annuo, quindi niente. Perché? Semplice, siamo al 51° postoRead More

Posted On giugno 7, 2020By Marco GiaconiIn Words

Il cibo e la pandemia

Come sono cambiate le abitudini alimentari degli italiani con la permanenza forzata, causata dalla pandemia? In modo radicale, come ci indicano alcuni studi. Ovvio che, all’inizio della residenza forzata, siano aumentati gli acquisti di conserve, surgelati (entrambi +37%), pasta, riso, farina, con consumi tutti triplicati rispetto al 2019. È cambiato anche lo stile complessivo di vita, inevitabilmente più sedentario; ed è diminuito del 55% (tutti questi dati sono di Doxa) il ricorso al pasto fuori casa e rapido, a favore di un cibo più sano, con verdure, frutta, cibi cottiRead More

Posted On giugno 2, 2020By Rassegna ItalianaIn Words

Coronavirus, panorama internazionale

Gran Bretagna Si avvicina a quota 50.000 (oltre 49.300) la stima dei morti da coronavirus nel Regno Unito elaborata sulla base delle statistiche settimanali dell’Ons, l’Istat britannico, che comprendono anche i decessi attribuiti come causa probabile al Covid-19. Stando all’aggiornamento di  oggi, riguardante Inghilterra e Galles per tutto il periodo della pandemia fino al 22 maggio, il totale di morti in eccesso rispetto alla media dei 5 anni precedenti è stato di 56.308, un 77% (quasi 44.000) legato verosimilmente al virus. Aggiungendo una proiezione dei decessi ulteriori dal 22 maggioRead More

Posted On maggio 28, 2020By Rassegna ItalianaIn Words

Il Covid-19 affonda gli USA

Il virus affonda l’America di Donald Trump. In una delle giornate più nere da quando è iniziata la pandemia, i dati appaiono impietosi e fanno tremare la Casa Bianca. Il più doloroso è quello delle vittime: oltre 100mila morti, più di tutti i soldati Usa uccisi sui campi di battaglia dalla Guerra di Corea in poi. Più di ogni altro Paese al mondo, con un record anche sul fronte dei contagi: oltre 1,7 milioni di casi, che si prevede arrivino a due milioni in estate. Ma a questo punto è ilRead More

Posted On maggio 23, 2020By Alessandro AgostinelliIn Words

Scienziati, manifesto, Falcone e presidenti

Leggo sul Manifesto che “400 scienziati scrivono a Conte e Mattarella per un paese sostenibile dopo Covid-19”. Quale Presidente? L’articolo è in verità una lettera che comincia così: “Egregio Presidente, Voglio innanzitutto ringraziarLa per il lavoro che sta facendo e per il coraggio che ha mostrato in una situazione emergenziale”. E prosegue con una serie di ipotesi e raccomandazioni condivisibili, fino all’elenco finale della proposta in 10 punti che prevede “città verdi, energie rinnovabili, turismo sostenibile, biodiversità e restauro ambientale”, ecc. Sono argomenti importanti che pongono questioni concrete al prossimoRead More

Posted On maggio 22, 2020By Marco GiaconiIn Words

Come funzionano i sequestri dei terroristi

Il sequestro è un reato gravissimo contro la persona. E chi lo gestisce tende, di solito, a chiudere tutte le vie di fuga, psicologiche e ovviamente anche fisiche, a chi è stato sequestrato. Una condotta molto brutale, sistematica e ferocissima, spesso anche prolungata nel tempo, che prima crea e poi innesca nella mente di chi la soffre degli effetti imprevedibili, ma con danni spesso incancellabili. Sindromi vittima/carnefice Probabilmente Silvia Romano sta ancora vivendo quello che Bruno Bettelheim, uno psichiatra ebreo che era stato rinchiuso nei campi di sterminio nazisti aRead More

Posted On maggio 20, 2020By Alessandra TempestaIn Words

DAD, il padre di tutte le scuole

L’evento di questo anno bisestile ha dato vita a una rivoluzione che non sappiamo ancora cosa ci lascerà per il futuro. Di fronte all’eccezionale portata globale dell’attuale pandemia da SARS-Cov2, che ha imposto misure straordinarie di limitazione della libertà di spostamento e frequentazione degli individui, i contatti attraverso i nuovi mezzi tecnologici digitali sono rimasti l’unica risposta possibile. Da questi mezzi sono dipesi negli scorsi mesi, l’esercizio del confronto e ad essi è rimasta appesa, incredibilmente, l’essenza della vita dell’uomo e della donna del presente, cioè la possibilità di comunicareRead More