Words Category

Posted On marzo 4, 2022By Rassegna ItalianaIn Words

Notte nucleare, diplomazia e cyberguerra

Le forze militari russe hanno preso il controllo della centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhia, la più grande d’Europa, dopo una notte di angoscia per i possibili rischi derivanti dal bombardamento dello stabilimento, denunciato dal presidente Zelensky come un atto di “terrore nucleare”. Il secondo round dei colloqui diretti fra Ucraina e Russia sulla frontiera con la Bielorussia si è chiuso con un nulla di fatto, tranne una intesa sull’apertura di corridoi umanitari per evacuare i civili dalle città, sotto il fuoco dei bombardamenti. Secondo le autorità ucraine stamane “il personale operativo sta monitorando le condizioni delle unità di potenza”Read More

Posted On marzo 3, 2022By Rassegna ItalianaIn Words

Quanto durerà la guerra?

Il Pentagono descrive i due «incubi» per l’armata russa: «la resistenza ucraina», «le difficoltà logistiche». Sono questi i fattori, non previsti o sottovalutati, che hanno scompaginato il piano di una «guerra lampo». Tuttavia i generali americani smorzano l’ottimismo. Vladimir Putin impara rapidamente dagli errori e «gli aggiustamenti sul terreno» sono già in corso. Tradotto dal gergo militare: i russi sono ancora in una situazione di vantaggio. Lunedì 28 febbraio, la Difesa ha illustrato un’allarmante scaletta ai deputati e senatori delle Commissioni Intelligence e Affari esteri. Eccola, per come è stataRead More

Posted On marzo 2, 2022By Rassegna ItalianaIn Words

L’idiozia regna alla Bicocca

“Ancora non so se ci vado oppure no. Ci devo pensare. Non è che mi chiamano e io corro. Non so se voglio andare in un’Università che ha immaginato che Dostoevskvij sia qualcuno che genera tensione. Ci penso e poi rispondo con calma. Ho altro da fare adesso”. Lo ha detto all’ANSA lo scrittore Paolo Nori che ha visto cancellato il suo corso su Dostoevskij all’Università Bicocca di Milano, poi ripristinato dopo le proteste scoppiate sui social. “Non hanno ritirato subito la cancellazione. Stamattina alle 8 la rettrice mi ha scritto invitandomi a prendere un caffè da lei martedìRead More

Posted On marzo 1, 2022By Rassegna ItalianaIn Words

Polonia, UE: prima i bianchi

Erano quelli che tenevano al gelo migliaia di profughi siriani, migliaia di bambini. Sono quei Paesi che prendono i soldi dall’Unione Europea, ne fanno parte ma con tanti distinguo, non riconoscono i minimi diritti civili, abbattono il costo del lavoro a prezzi da fame e così distruggono dall’interno l’economia europea. Questi Paesi (ex Patto di Varsavia) hanno spinto l’UE a provocare la Russia, proponendo all’Ucraina di entrare nella NATO. Ancora oggi si dimostrano nazioni illiberali e autocrazie, come la Russia che vorrebbero criticare. Ecco la notizia. “Mio nipote, El FakriRead More

Posted On marzo 1, 2022By Rassegna ItalianaIn Words

Oligarchi fuori fuoco, lasciano Putin

La guerra totale contro una nazione nella quale molti hanno legami strettissimi; le sanzioni occidentali che minacciano il rublo, l’economia russa tout court e i loro patrimoni siderali; ora persino l’ombra dell’incubo nucleare. Fra gli oligarchi moscoviti del business – quelli arricchitisi durante le privatizzazioni selvagge degli anni ’90, ma anche quelli venuti alla luce o rimasti a galla nel ventennio del potere di Vladimir Putin – c’è chi incomincia a non poterne più della guerra in Ucraina. Non è ancora una rivolta in piena regola, sul modello di quellaRead More

Posted On marzo 1, 2022By Rassegna ItalianaIn Words

2015, una lettera dal “futuro”…

Qualcuno riderà o storcerà il naso, dicendo “da che pulpito”. Altri si indigneranno e penseranno a “Ruby e alle cene eleganti”. Tuttavia il 9 maggio 2015, l’allora premier italiano Silvio Berlusconi scrisse una lettera al Corriere della Sera, dimostrando una lungimiranza e una saggezza che ieri come oggi non risiede in nessun luogo della politica europea. “Caro direttore, l’assenza dei leader occidentali alle celebrazioni a Mosca per il settantesimo anniversario della Seconda guerra mondiale è la dimostrazione di una miopia dell’Occidente che lascia amareggiato chi, come me, da presidente delRead More

Posted On febbraio 28, 2022By Rassegna ItalianaIn Words

L’ultima notte in Ucraina

Qualche ora di calma apparente poi, nella quinta notte di guerra, in Ucraina hanno ricominciato a suonare le sirene: esplosioni, incendi, fughe nei rifugi anche alla vigilia degli attesi colloqui di Gomel, in Bielorussia, tra i rappresentanti di Kiev e Mosca. Mentre il presidente degli Stati Uniti Joe Biden sentirà oggi gli alleati per valutare il prossimo passo. E l’Onu torna a riunire il Consiglio di Sicurezza per proporre – annuncia il ministro degli Esteri Luigi Di Maio – una tregua per evacuare donne e bambini. A tremare, dopo le nuove sanzioni alla Russia e la minaccia nucleareRead More

Posted On febbraio 25, 2022By Rassegna ItalianaIn Words

Ucraina e altre 34 guerre. Chi paga?

Ci sono guerre che danno soldi all’Europa e guerre che tolgono soldi all’Europa. Su 34 guerre in corso, la quasi totalità alimenta il mercato delle armi, con beneficio delle aziende italiane ed europee. L’Ucraina invece farà soffrire per la crisi energetica. Mario Draghi ha dichiarato che “il Governo è al lavoro per approntare tutte le misure necessarie per gestire al meglio una possibile crisi energetica. Ci auguriamo che questi piani non siano necessari, ma non possiamo farci trovare impreparati”. Lo ha detto durante l’informativa in Parlamento sul conflitto Russia-Ucraina. “Le misure di emergenza –  haRead More

Posted On febbraio 24, 2022By Rassegna ItalianaIn Words

Assedio di Kiev (articolo in spagnolo)

Cuando Vladimir Putin anunció la invasión, Kiev estaba a unos pocos minutos de las cinco de la mañana y esa fue la hora más oscura de Ucrania, después de una seguidilla de frases preparadas, que anularon promesas del Kremlin de no invadir y los llamamientos de todo el mundo para que no lo haga. En esa hora crucial, las fuerzas de Rusia, anuncia su líder, cruzan las fronteras para realizar “una operación militar especial” y ” desmilitarizar “el país”. Las primeras unidades de los casi doscientos mil soldados que asediaban las fronteras entraron por todos los frentes -las zonas controladasRead More

Posted On febbraio 21, 2022By Rassegna ItalianaIn Words

Russia vs. Ucraina

Da cosa nasce il conflitto fra Russia e Ucraina? A febbraio 2014, il popolo ucraino ha cacciato il presidente filorusso Viktor Yanukovich, instaurando un governo ad interim filoeuropeo non riconosciuto da Mosca. Vladimir Putin ha risposto annettendo la Crimea e incoraggiando la rivolta dei separatisti filorussi nel Donbass , regione nel Sudest del Paese. Oggi le generazioni più giovani spingono l’Ucraina verso l’Europa, e anche l’attuale presidente Volodymyr Zelensky — eletto nel 2019 — è vicino all’Occidente. Il conflitto, però, ha radici più antiche e profonde (ma questo lo vedremo più avanti). Il presidente russo ritiene che il suo Paese abbiaRead More