26 Maggio 2024
Words

Alfabeto 2019

AZZURRI
La Nazionale di calcio, guidata da Mancini, ha avuto un buon 2019 e sta vivendo una nuova stagione di successi. Anche i tifosi si sono riavvicinati alla squadra. Speriamo che nel 2020 accada qualcosa di bello…

BLACKEST BLACK
Nel 2019 al MIT (Massachussets Institut of Technology) hanno inventato una sostanza composta da nanotubi di carbonio, in grado di trattenere il 99,995% della luce. È il materiale più nero mai creato dall’uomo.

CICLONE IDAI
È stata una bufera che si è abbattuta su gran parte dell’Africa sub-sahariana e che ha fatto oltre un migliaio di morti. Ancora una volta un elemento che sembra in collegamento con il “climate change” in corso sul nostro pianeta.

DONALD TRUMP
Un presidente-macchietta, famoso per i suoi flirt con le starlettes di Hollywood e per le sue dichiarazioni provocatorie e da duro dei film western. È stato messo sotto torchio da tutti i leader europei (Macron e Johnson sono stati addirittura beccati mentre lo prendevano in giro), e nel 2019 è sotto procedura di impeachment per aver chiesto all’Ucraina di aprire indagini e accuse contro il figlio del suo prossimo avversario alle presidenziali del 2020, il democratico Joe Biden.
Trump ha visto una ripresa evidente dell’economia interna americana; ha incontrato (prima volta per un presidente in carica) Kim Jong-un, leader della Corea del Nord; ha ritirato definitivamente le truppe americane dal Medio Oriente; ha ripetuto più volte di voler smantellare la NATO, dicendo al Vecchio Continente che deve correre sulle proprie gambe.

EVASIONE FISCALE
Ancora per il 2019 l’Italia è stata la nazione col più alto tasso di elusione e evasione fiscale in Europa, per un corrispettivo di quasi 200 miliardi di euro. Su questo fronte siamo costanti e sappiamo ogni anno “migliorare” in peggio.

FATTURA ELETTRONICA
Un delirio per molti piccoli commercianti e per le piccole associazioni senza fini di lucro, la fatturazione elettronica ha preso il via in Italia. Per alcuni è stato un affare, soprattutto per le piattaforme informatiche che forniscono il servizio, per tanti una complicazione che ha messo il freno alla loro partecipazione sulle piattaforme pubbliche di appalti e gare degli enti statali e locali.

GRETA THUNBERG
La ragazzina svedese che si è messa sulle spalle la domanda ecologica finale: “perché non amiamo il futuro?”. Le sue reprimende ai potenti del Mondo hanno attraversato tutto il 2019, dando vita a un movimento globale che si spera agirà non solo per sensibilizzare gli esseri umani, ma anche per dare una spinta ai politici che dovrebbero decidere le politiche energetiche dei rispettivi Paesi.

HANDKE
Lo scrittore preferito da Wim Wenders ha vinto il Premio Nobel per la letteratura. L’austriaco Peter Handke è famoso per alcuni libri come Saggio sul luogo tranquillo, La donna mancinae La paura del portiere prima del calcio di rigore, Insulti al pubblico. Ha scritto con Wenders molte sceneggiature, tra cui Falso Movimento, Il cielo sopra Berlino. L’attribuzione del Nobel ha scatenato feroci polemiche per la vicinanza di Handke ai serbi durante le guerre civili nella ex-Jugoslavia. La motivazione recita: “per la sua opera influente che, con ingegno linguistico, ha esplorato le periferie e le specificità dell’esperienza umana”.

INCENDI
È singolare che nell’epoca dei cambiamenti climatici, in cui uragani, piogge e tormente imperversano su tutto il pianeta, ci sia stato nel 2019 la più alta percentuale di territori boschivi andati al rogo. Dall’Italia all’Amazzonia, dalla Siberia alla California, il fuoco naturale o doloso non ha risparmiato nessun continente. Ultimo in ordine di tempo, in questi giorni, l’Australia. È parso incredibile anche la vasta portata degli incendi nella zona fredda della Siberia.

JUVENTUS
Un omaggio alla mia squadra che col nuovo “magico” allenatore, Maurizio Sarri, sembrava dover fare sfracelli nel 2019 e invece è già caduta al primo trofeo, perdendo contro la Lazio la Supercoppa italiana.

KONRAD KRAJEWSKI
Il cardinale polacco è intervenuto per riattaccare la luce in una casa occupata a Roma. Il suo gesto si somma a molti altri di aiuto ai poveri. È stato incaricato direttamente da Papa Francesco di occuparsi dei poveri della capitale e dei migranti. Il suo gesto ha riscosso moltissime adesioni e alcune polemiche, per il fatto che la Chiesa – secondo i detrattori del gesto del cardinale – non si comporta così con i suoi affittuari morosi…

LEGA
Dall’altare alla polvere. O almeno dal condurre i giochi della politica italiana a rosicare verso il M5S che è rimasto al governo, mentre Matteo Salvini è stato sfiduciato, in buona sostanza, dalla maggioranza del Parlamento. Come avevamo già scritto a maggio scorso in “Salvini e l’autosgambetto” (https://www.alleo.it/2019/05/17/salvini-e-lautosgambetto/) il Matteo odiatore leghista ha fatto la stessa fine del Matteo Renzi, che per troppo orgoglio ha perso tutto. La Lega è ancora forte nell’elettorato italiano, ma la sua cultura sta scemando, i suoi slogan sono ormai avvizziti.

MORTI NEL 2019
Nel 2019 ci hanno lasciato molte personalità conosciute in vari ambiti della vita culturale e scientifica. Tra i molti ne ricordiamo alcuni ben conosciuti in Italia:
Giuseppe Zamberletti, fondatore della Protezione Civile
Albert Finney, attore
Bruno Ganz, attore
Karl Lagerfeld, stilista
Marella Caracciolo Agnelli, imprenditrice
Tullio Gregory, filosofo
Pino Caruso, attore
Mario Marenco, comico
Lorenzo Orsetti, combattente contro Is
Agnes Varda, regista
Niki Lauda, pilota
Vittorio Zucconi, giornalista
Franco Zeffirelli, regista
Valentina Cortese, attrice
Andrea Camilleri, scrittore
Luciano De Crescenzo, regista e scrittore
Rutger Hauer, attore
Francesco Saverio Borrelli, magistrato
Ilaria Occhini, attrice
Raffaele Pisu, attore e conduttore televisivo
Toni Morrison, poetessa
Felice Gimondi, ciclista
Peter Fonda, regista e attore
Carlo Delle Piane, attore
Ric Ocasek, cantante
Jacques Chirac, politico
Abu-Bakr Al Baghdadi, terrorista
Omero Antonutti, attore
Raymond Poulidor, ciclista
Fred Bongusto, cantante
Antonello Falqui, regista televisivo
Mario Sossi, vittima BR
Pietro Terracini, sopravvissuto Auschwitz
Anna Karina, attrice
Emauel Ungaro, stilista

NATALITÀ SCARSA
Record negativo per le nascita in Italia: nel 2018 sono state 439.747, la cifra più bassa registrata dall’Unità d’Italia ad oggi. Lo conferma l’Istat sottolineando che, nello stesso tempo, la speranza di vita media è tornata ad aumentare, a 80,8 anni per i maschi e 85,2 per le femmine. E tutto ciò rende “l’Italia uno dei Paesi più vecchi al mondo”. L’istituto rileva anche l’aumento delle famiglie di single che sono ora il 33%, un terzo del totale delle famiglie.

ONG
Nel Mondo le organizzazioni non governative agiscono con scopi umanitari secondo idealità politiche legate ai propri convincimenti, ma a volte legate anche agli interessi nazionali dei Paesi di provenienza. Le attività controverse nel Mediterraneo di molte ONG nord europee hanno scatenato non poche polemiche nel 2019, di cui la più famosa è quella della nave Sea Watch (ad agosto il governo spagnolo svelò un retroscena della nave Open Arms che rifiutò lo sbarco a Malta, molto vicina come destinazione e decise di recarsi nella più lontana Lampedusa. Casi come questo sono la maggioranza). Il tema è complesso e controverso, ma alcuni elementi di base possono essere letti nei molti articoli che negli ultimi tre anni questo giornale online ha affrontato in tanti approfondimenti sul tema.

PROVINCIALE PAULLESE
Su questa strada, alle porte di Milano, a fine marzo 2019, l’autista Ousseynou Sy dirotta un autobus con una cinquantina di alunni della scuola media. Grazie al coraggio di due ragazzi, che avvisano la polizia mediante il cellulare, tutti i passeggeri sono messi in salvo, anche se l’autobus viene dato alle fiamme dall’autista.

QATAR
In questo Paese della penisola arabica si sono svolti i diciassettesimi campionati del Mondo dei Atletica leggera. È stata la prima edizione organizzata in autunno, la prima in un paese arabo e la più meridionale mai disputata.

REDDITO DI CITTADINANZA
La manovra contro la povertà voluta con tutte le forze da Di Maio e dal M5S, ha mostrato ormai i suoi limiti. Troppi i costi di attivazione, relativi anche ai cosiddetti “navigator” cioè personale che dovrebbe aiutare i percettori del reddito di base a trovare lavoro; troppe le maglie larghe per il diritto a riceverlo e poche le possibilità di controllare chi davvero ne ha bisogno. Una misura da bloccare e rivedere totalmente, magari mutuandola con altri strumenti di sostegno al lavoro.

SARDINE
Un movimento disincantato e minimalista, votato soltanto ad abbassare l’odio verbale e pubblico ormai diffuso nella penisola italiana. Per gli amanti della sinistra è una nuova speranza di riscatto e piattaforma politica (che ancora non c’è) fuori dai partiti, sempre più mosci e scarsi.

TARANTO
Le acciaierie di Taranto sono rimaste nuovamente al palo, vittime delle contraddizioni della globalizzazione, dell’alto numero di lavoratori, della scarsa redditività dellì’impianto dal punto di vista produttivo, della troppe questioni ambientali ancora irrisolte, dell’altro costo del lavoro in Italia. D’altra parte l’Italia non dovrebbe abdicare totalmente all’industria pesante di base, altrimenti perdiamo ancora pezzi di produzione a scapito dell’economia generale del Paese.

UCRAINA
Il Paese è al centro della procedura di impeachment per il Presidente USA Trump. E il suo attuale presidente Zelenskyj è stato votato a larga maggioranza nel mese di marzo, col partito “Servo del Popolo” che è stato in passato il titolo del suo programma televisivo. Infatti Zelenskyj è stato in passato attore e presentatore tv.

VENEZIA
Dopo le navi da crociera che infestano il Canale della Giudecca e il Bacino di San Marco, con la loro stazza, producendo danni all’ecosistema della laguna, quest’anno l’acqua alta ha raggiunto i 187 centimetri, mandando Venezia più volte sott’acqua. Il dramma è che una perlustrazione al Mose (opera mastodontica che non sembra essere efficace per tenere la città in sicurezza) ha mostrato molte beghe ai meccanismi della barriera a mare. Un’opera troppo costosa anche da manutenere in modo adeguato.

W L’ITALIA
Italia Viva (anche per dire Viva l’Italia) è il nuovo partito di Matteo Renzi, che ha lasciato il PD, fondando un nuovo soggetto politico. Chi vivrà vedrà.

X
Non è più un signor X, infangato nella memoria. Stefano Cucchi, dieci anni fa, fu ucciso da coloro che avrebbero dovuto tenerlo al sicuro, in custodia. Non restano impuniti quattro carabinieri su cinque, che finalmente sono condannati in Appello: 12 anni per omicidio praeterintenzionale a D’Alessandro e Di Bernardo; 3 anni e 8 mesi per falso a Mandolini; 2 anni e 6 mesi a Tedesco.

YLENIA CARRISI
Un Natale 2019 che ha generato un ricordo tormentato per Al Bano. Il cantante ha dichiarato che per scrivere della morte di sua figlia Ylenia (morta a New Orleans nel 1994, probabilmente annegata nel fiume Mississipi) nella sua autobiografia ha dovuto bere fino a stordirsi. Al Bano ha detto di sapere che Ylenia, probabilmente sotto effetto di droghe, si è suicidata gettandosi nel fiume.

ZINGARETTI
Il segretario del PD (perché l’appellativo di leader non gli giova) con l’arte di restare un passo indietro e di non esercitare ogni giorno l’attività di parlare a vanvera (abilità che hanno quasi tutti i giovani politici attuali) sta tenendo botta al governo con un M5S indebolito, ma sempre energico sulla scena politica, almeno a giudicare dalle dichiarazioni del suo capo Di Maio e da alcuni suoi rappresentanti.