30 Maggio 2024
Words

Ucraina e altre 34 guerre. Chi paga?

Ci sono guerre che danno soldi all’Europa e guerre che tolgono soldi all’Europa. Su 34 guerre in corso, la quasi totalità alimenta il mercato delle armi, con beneficio delle aziende italiane ed europee. L’Ucraina invece farà soffrire per la crisi energetica.

Mario Draghi ha dichiarato che “il Governo è al lavoro per approntare tutte le misure necessarie per gestire al meglio una possibile crisi energetica. Ci auguriamo che questi piani non siano necessari, ma non possiamo farci trovare impreparati”. Lo ha detto durante l’informativa in Parlamento sul conflitto Russia-Ucraina. “Le misure di emergenza –  ha proseguito – includono una maggiore flessibilità dei consumi di gas, sospensioni nel settore industriale, regole sui consumi di gas nel settore termoelettrico. Il Governo è al lavoro inoltre per aumentare le forniture alternative. Intendiamo incrementare il gas naturale liquefatto importato da altre rotte, come gli Usa”.

Intanto sono in corso trentaquattro  guerre e quindici situazioni di crisi che scuotono un pianeta senza pace. Oltre al conflitto russo ucraino il mondo continua a essere luogo di sanguinosi conflitti.
I civili continuano a essere le vittime preferite dei conflitti moderni: circa il 90 per cento delle morti totali. Nel 2020 si sono riaccesi conflitti sopiti da anni e la spesa militare è aumentata.
Lo Stockholm international peace research institute (Sipri) calcola che nel corso dell’anno l’investimento in armi sia cresciuto del 2,6 per cento, arrivando a 1.981 miliardi di dollari, il valore assoluto più alto registrato dall’ente di ricerca dal 1988. L’Europa ha speso 378 miliardi di Euro. Il 90% delle esportazioni di armi provendogono da Usa, Russia, Francia, Germania, Cina, Spagna, Israele, Sud Corea, Italia. La fotografia è stata scattata da ‘Lavialibera’, rivista di Libera e Gruppo Abele, che ha elaborato i dati dell’Atlante delle Guerre e dei conflitti del mondo. I civili restano le vittime per eccellenza: nel 2021, il numero di persone bisognose di aiuti umanitari è il più alto mai registrato: 235 milioni, secondo i dati dell’Agenzia delle Nazioni unite per gli aiuti in emergenza.