Words Category

Posted On ottobre 5, 2021By Daniele LutiIn Words

Marco Giaconi, profilo sinistro

Oggi è un anno che è morto Marco Giaconi, un amico che ha avuto una parte importante nella mia vita, anche politica e culturale. Le cose che mi sono più mancate di lui, in questo lunghissimo anno, sono le telefonate del mattino, il nostro libero “verseggiare” sulle letture fatte, sui ricordi del passato prossimo e remoto, sugli aneddoti della nostra vita di studenti vissuta nelle biblioteche sì, ma, soprattutto, per le strade e nelle piazze di Pisa, nelle trattorie e nei fumosi bar della periferia. I nomi, fra di noi,Read More

Posted On ottobre 5, 2021By Andrea BianchiIn Words

Marco Giaconi, profilo destro

Un discorso su Marco Giaconi a distanza di un anno dalla scomparsa potrebbe assumere varie forme, e non solo per la bocca che lo pronunci o, come in questo caso, per la mano che lo vada a comporre. Dico così perché Marco Giaconi era figura eminentemente complessa, se mai altre ve ne furono come lui nella mia vita e quindi il mio discorso rischierà di restare limitato entro una prospettiva: che però può consentire una messa a fuoco efficace. Marco Giaconi è entrato nella mia vita per la prima voltaRead More

Posted On ottobre 5, 2021By Alessandro AgostinelliIn Words

Un anno senza Marco Giaconi

Improvvisamente non c’era più. Non potevamo più parlare, discutere e litigare bonariamente di politica. Marco Giaconi è morto esattamente un anno fa, in circostanza non chiare, a Villa Rossi di Gattaiola, nella cintura esterna di Lucca. Marco era un amico e uno dei pilastri di alleo.it, dove ha scritto una quantità di articoli che hanno attraversato un decennio buono. Oggi, nei ricordi di Daniele Luti e di Andrea Bianchi, pubblicati sulla nostra rivista online, si ricordano le tendenze di destra e un po’ di sinistra di certe sue intemerate controRead More

Posted On settembre 27, 2021By Rassegna ItalianaIn Words

Nati 2020: più siccità, più inondazioni

I bambini nati nel 2020 saranno esposti alle ondate di calore eccessivo in media sette volte di più rispetto ai loro nonni nati nel 1960 (con punte di 18 volte in più in Afghanistan). I neonati di oggi saranno anche colpiti 2,6 volte in più dalla siccità, 2,8 volte in più dalle inondazioni dei fiumi, quasi 3 volte in più dalla perdita dei raccolti agricoli (con punte di 10 volte in più come in Mali), e dal doppio degli incendi devastanti. Questo l’allarme lanciato da Save the Children con il rapporto “Nati in crisi climatica”, diffuso alla vigilia dellaRead More

Posted On settembre 24, 2021By Rassegna ItalianaIn Words

UE e debito italiano. Se tornano i falchi?

Del debito ci siamo quasi scordati, in tempi di “imperativi superiori” di spesa pubblica e di aiuti europei, ma in Italia ha superato i 2.700 miliardi. Gli si può contrapporre una crescita del Pil di almeno il 5%, a conferma che la spesa, e con essa il celebre “debito buono”, aiutano. Nel frattempo la pandemia pare in graduale superamento, e con essa potrebbe finire la bonaccia che ha portato alla sospensione del Patto di Stabilità. La scorsa settimana in un articolo su Il Mattino, Giorgio La Malfa ha avvertito diRead More

Posted On settembre 17, 2021By Alfredo De GirolamoIn Words

Cop26. Fallimento annunciato sul clima?

Dove va l’Europa? Nell’aula di Strasburgo, Ursula von der Leyen, con il suo secondo discorso sullo stato dell’Unione al Parlamento europeo, ha risposto a questa domanda lanciando prima di tutto un appello agli Stati ad agire. La presidente della Commissione si è soffermata non solo sulla ripresa dalla crisi pandemica e sulle azioni economiche necessarie. Ha detto chiaramente che sui cambiamenti climatici “l’Europa è pronta a fare di più. Proporremo adesso un finanziamento supplementare di quattro miliardi di euro fino al 2027 per il clima, ma ci aspettiamo che anche gli Stati Uniti e iRead More

Posted On agosto 18, 2021By Rassegna ItalianaIn Words

Michael Walzer su Biden e Afghanistan

Per molti anni “ho sostenuto che la missione avrebbe dovuto essere concentrata sull’antiterrorismo, non sulla controguerriglia o la costruzione di una nazione», ha detto il presidente Joe Biden spiegando il ritiro dall’Afghanistan. Il filosofo politico Michael Walzer, professore emerito all’Università di Princeton e autore di Guerre giuste e ingiuste (Laterza) definì l’Afghanistan una «guerra giusta» in risposta agli attacchi dell’11 settembre. Ma la “guerra giusta” in Afghanistan “è stata seguita da un’occupazione ignorante e inefficace”. Lo dice lo stesso Walzer, in una intervista al  Corriere della Sera. “Quand’eravamo pronti ad investire risorse e abbiamo invitato la Nato, avevamo già fallito –Read More

Posted On agosto 16, 2021By Rassegna ItalianaIn Words

Afghanistan: il giorno della disfatta

Quello a seguire è l’elenco delle notizie dell’agenzia ANSA-AFP-REUTERS di ferragosto sulla situazione in Afghanistan, sulla caduta di Kabul in favore dei talebani, sulle tante sofferenze da mettere in conto per il popolo afghano e sulle questioni legate alla sciagurata idea di costruire la democrazia dove non la vogliono e alla successiva pazza idea di abbandonare, dopo 20 anni, una parte del popolo afghano più moderna e laica nelle mani dei fondamentalisti talebani.   I talebani sono entrati a Jalalabad, l’ultima grande città dell’Afghanistan, oltre alla capitale Kabul, non ancoraRead More

Posted On agosto 2, 2021By Rassegna ItalianaIn Words

Da Cacciari alla terza dose

L’interpretazione è il vero maleficio dei nostri tempi. Quando l’informazione viaggiava a ritmi di una tartaruga e il bene prezioso erano l’oro e le spezie, il tema interessava una parte ridotta della schiera umana. Oggi che le informazioni sono un bene prezioso e ce ne sono in quantità eccessiva perché chiunque possa star dietro a una parvenza di sapere civile individuale tutti sono Enzo Biagi, ma che dico, di più, Isaac Asimov. Ma che dico, di più, Albert Einstein. Ma che dico, di più, Agamben e Cacciari… Purtroppo ci siamoRead More

Posted On luglio 26, 2021By Rassegna ItalianaIn Words

Come stanno le coste italiane

Da aprile a settembre gli 8.300 km di coste italiane sono campionati oltre 32.000 volte. E a farlo quasi ovunque è il personale delle Agenzie regionali per la protezione dell’ambiente, gli enti pubblici che, insieme a Ispra, formano il Sistema nazionale di protezione ambientale. I dati del quadriennio 2017-2020 – pubblicati sui siti delle diverse Arpa/Appa, sul portale acque del Ministero della Salute e dalla Agenzia Europea dell’ambiente, che ha realizzato anche una mappa interattiva – hanno portato al giudizio che resterà in vigore per tutta la stagione balneare 2021:Read More