All posts by Marisa Cecchetti

Marisa Cecchetti

Marisa Cecchetti vive a Lucca. Insegnante di Lettere, ha collaborato a varie riviste e testate culturali. Tra le sue ultime pubblicazioni i racconti Maschile femminile plurale (Giovane Holden 2012), il romanzo Il fossato (Giovane Holden 2014), la silloge Come di solo andata (Il Foglio 2013). Ha tradotto poesie di Barolong Seboni pubblicate da LietoColle (2010): Nell’aria inquieta del Kalahari.

Conosciuta in tutto il mondo per i racconti illustrati dei Mumim, grandi ippopotami bianchi che hanno popolato il mondo dei bambini, Tove Jansson (1924-2001) svedese figlia di artisti, negli ultimi trent’anni della sua vita ha scritto ben undici libri per adulti. L’onesta bugiarda è del 1982. Katri Kling ed Anna Aemelin ne sono le protagoniste. Il contesto è un villaggio isolato della Svezia, colto nel massimo del suo innevamento invernale- neve che continua a cadere senza sosta – e nel minimo della luce. Silenzio, buio, neve, ghiaccio. Nessuno per leRead More
L’ultimo romanzo di Elena Torre, Il mistero delle antiche rotte, dopo Il segreto dei custodi della fede, dello stesso Editore (2015), conferma ancora una volta la capacità creativa della sua autrice ed allo stesso tempo la ricerca accurata relativa alle tematiche da lei affrontate, quale, in questo caso, l’archeologia. Ritroviamo i luoghi a lei cari, Viareggio, Pisa, ma l’orizzonte si amplia fino a Roma, a Ginevra, al Cairo, a Città del Capo. Gli affezionati ai suoi personaggi ne ritrovano alcuni, insieme all’ingresso di volti nuovi, alle prese con enigmi eRead More

Posted On giugno 6, 2017By Marisa CecchettiIn Sun

Kent Haruf, Le nostre anime di notte, NNE 2017,pag. 176, € 17,00

Uscito postumo -Kent Haruf è scomparso nel 2014- Le nostre anime di notte continua l’opera di fascinazione dei lettori, dopo la Trilogia della pianura comprendente Canto della Pianura, Crepuscolo e Benedizione, che NNE ha pubblicato tra il 2015 e il 2016. Haruf sbircia nel quotidiano dei suoi personaggi, ne racconta i gesti che si ripetono e che solo per questo diventano testimonianza di vita, racconta i bisogni negati, le contradizioni, le scelte che stanno davanti ad ogni passo. Haruf ci porta ancora una volta nella cittadina immaginaria di Holt, inRead More
Ho scoperto solo ora Carmine Abate, -e sono dispiaciuta del ritardo- scrittore nato in Calabria a Carfizzi, un paese italo albanese che conserva la lingua arbëreshë e gli usi e le tradizioni dell’Albania, da dove arrivarono gli esuli a causa delle persecuzioni turche del XV secolo. Emigrato giovane ad Amburgo e residente attualmente in Trentino, tradotto in molti Paesi, Abate è vincitore di premi importanti tra cui il  Premio Campiello 2012 con La collina del vento. Passano quattro generazioni sul Rossarco, la collina battuta dal vento, esposta al mare, rosseggianteRead More
Mettendo al centro una famiglia borghese nei primi anni ’50, in Madre per caso Antonia Guarnieri fa un’analisi appassionata della sua vicenda personale, ricostruendo al tempo stesso gli aspetti e le contraddizioni di un momento storico, quello immediatamente successivo al secondo dopoguerra, in una città di provincia. Apre anche su orizzonti più vasti già precursori dello spirito dell’Europa Unita: nata a Timisoara, dove il padre Silvio Guarnieri dal 1936 era Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura e lettore presso l’Università, vive un anno a Bruxelles,  poi  nella casa paterna di Feltre,Read More
    E’ considerato il capolavoro di Jaan Kross (1920-2007), uno dei più grandi esponenti della letteratura baltica contemporanea, Il pazzo dello zar. E’ un romanzo storico che si sviluppa nei primi decenni del XX secolo in Estonia, sotto lo zar Alessandro I e Nicola I, completato da una documentazione da parte dell’autore, che dimostra la veridicità di fatti, personaggi, situazioni. Kross è stato condannato ad otto anni di prigione per questa sua libertà di pensiero, prima della indipendenza dell’Estonia. In una società divisa tra nobiltà terriera e servi dellaRead More
“Per esercitare la propria libertà c’è sempre un prezzo da pagare [ ] per aver difeso la mia libertà di scegliere dove e quando rischiare la vita, ho pagato il prezzo, tutto sommato modico, di qualche mese di prigione. Per aver voluto vivere parecchi anni senza calendario, a Parigi o altrove, ho dovuto pagare in insicurezza, in particolare economica. Per aver voluto navigare in tutta libertà per alcuni anni, ho dovuto pagare in tenacia e disciplina [ ] Il prezzo da pagare[ ] è purtroppo più alto. E’ l’esclusione eRead More
Dodici sono i racconti di Assurdità, primo impegno letterario di Nicolò Ferrari, versiliese, classe ’99. Ha idee chiare sul genere umano Nicolò, ne individua le magagne, ne evidenzia le contraddizioni. Lo fa con racconti agili a cui sa dare la tensione giusta, con una capacità narrativa evidente, abbastanza inusuale per un adolescente. Di assurdità, incongruenze, follie, deliri, ce ne sono a iosa intorno a noi, ci sono sempre stati, ma il momento storico che viviamo ne ha creato di nuovi, li ha moltiplicati. Lui li scova ad uno ad uno,Read More
Non avevo mai incontrato una scrittore che sapesse giocare con la lingua come Antonio Emilio Leite Couto, in arte Mia. Mozambicano del 1955 è considerato uno dei maggiori scrittori contemporanei in lingua portoghese, tradotto in moltissime lingue. Compito non facile per il traduttore, ma senza dubbio intrigante, rendere quella sua strana lingua in Italiano e mantenerne il fascino. Nei ventinove racconti di Perle, brevi e fulminanti, a dirla con parole sue “ intreccia tessuti africani usando stoffe e fili europei”. La sua è una lingua “in stato d’infanzia”, fatta diRead More
Diversi il momento storico ed il contesto in cui prendono vita le sei storie di Denise Ciampi, diverso anche il registro linguistico, che si fa sempre più asciutto ed essenziale man mano che si avvicina ai tempi nostri. Ma trasversale a tutte le storie è la presenza di simboli, come il fitto uso della metafora ed il rimando alle fonti bibliografiche. E’ comunque un linguaggio, che pur sfumando spesso nella poesia, si avvale di elementi concreti, di descrizioni accurate e tangibili, come nella tradizione letteraria toscana. Sono storie di donneRead More